Pelle luminosa in adolescenza

pelle-luminosa
Credits: nkzs

 

Avere una figlia adolescente in casa significa, anche, dover stare attente alla propria immagine in quanto facilmente criticabile dall’adolescente, giudice implacabile del nostro aspetto.
Viceversa avere una mamma battagliera in casa significa non permettere alle figlie adolescenti di uscire (s)vestite secondo i canoni moderni e soprattutto comporta per la mamma di  farsi carico anche dell’educazione all’igiene e salute di queste svampite figlie.
Mi spiego: ho passato i primi anni di scuola a supplicare mia figlia di farsi la doccia. Ora la supplico di lasciare il bagno anche a noi.
In tutto questo tempo passato in bagno però l’adolescente non si prende cura della sua pelle, ma solo dell’aspetto (capelli, bocca a cuore per i selfie, mascara d’obbligo per uscire).
Ecco allora che la madre rompiscatole ha il dovere (fra i tanti) di ricordare che la bellezza non è solo apparire ma prendersi cura di sé in modo salutare. E qui inizia la sfida.
Quotidianamente ripeto a mia figlia che è necessario condurre una vita sana e prendersi cura della propria pelle nel seguente modo:

  • dormendo almeno 7 ore
  • bevendo almeno 2 litri di acqua al giorno
  • mangiando una porzione di frutta almeno 2 volte al giorno (possibilmente lontano dai pasti)
  • mangiando 1 porzione di verdura cruda e 1 di verdura cotta al giorno
  • lavandosi il viso la mattina e la sera per togliere tutto lo sporco della giornata (inquinamento, mascara, stanchezza, ecc.)
  • applicando una crema idratante mattina e sera, magari con un fattore di protezione per il giorno.

Sono convinta che questa facile routine, se appresa e praticata fin da giovani, con tutto l’aiuto delle mamme che ti infilano le bottigliette d’acqua nello zaino, ti preparano la macedonia a merenda, ti comprano il detergente e la crema giusti (senza dissanguarsi), diventerà automatica da grandi, senza più scuse di non aver il tempo per curarsi di sé.
Questa è la teoria, la pratica è che mia figlia a cui dico tutto ciò va a letto con il mascara nonostante il mio obbligo di struccarsi (a volte sfugge ai controlli). Ma si sa, l’adolescenza è una brutta età!
Scuse a parte, sono convinta che molte donne siano più attente all’aspetto finale che a “coltivare” la propria bellezza, investendo magari in fattori di correzione piuttosto che disciplinandosi alla corretta cura di sé.
Le aziende della cosmesi sono estremamente competitive nella ricerca e produzione di creme super performanti. Ultime in ordine di apparizione la BB Cream e la CC Cream.

BB Cream e CC Cream

La BB Cream (Blemish Balm ovvero crema anti imperfezioni) è un prodotto che unisce il trattamento al make up, in quanto nella sua formulazione vi sono sia ingredienti idratanti e lenitivi, sia pigmenti colorati come quelli contenuti nei fondotinta.
La CC Cream (Color Control Cream), nasce dopo la BB Cream e la sua formulazione dà lo stesso peso a trattamento e make up per perfezionare l’incarnato rendendo la pelle omogenea, luminosa e naturale, senza dimenticare la protezione solare.

Idratazione

Ma questi sono fattori correttivi, a monte è necessario che la pelle sia idratata e radiosa, attraverso i pochi gesti sopra descritti (il nutrimento dall’interno) e scegliendo, a seconda del tipo di pelle e dell’età, una giusta crema idratante (il nutrimento dall’esterno).
Nessuna pelle è perfetta se non è sana. Bisogna che sia curata con costanza attraverso l’alimentazione, la detersione, l’idratazione e la protezione (da sole e inquinamento).

Come scegliere la crema idratante

  • pelle normale: crema leggera, che nutra e dia sensazione di comfort;
  • pelle mista o grassa: crema fluida (oil free) o emulsione opacizzante, per ridurre l’aspetto lucido della pelle;
  • pelle secca o sensibile: crema ricca di sostanze lenitive e soprattutto di ceramidi (molecole che trattengono l’acqua).

Qual è la vostra routine di bellezza quotidiana? E quella delle vostre figlie?

0
(Visited 18 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.