Finale di Euro 2016: vincerà la Francia o il Portogallo?

Domenica sera si gioca la super-finale degli Europei di Calcio 2016. Chi vincerà tra i calienti portoghesi e i raffinati francesi? Il campo dirà qual è la squadra più forte – o fortunata – ma noi vediamo nel dettaglio chi vincerà la partita dei più belli d’Europa.

Confrontiamo le due squadre suddividendole così come sono disposte in campo, attenendoci agli 11 uomini messi in campo nelle semifinali, visto che La Gazzetta dello Sport non ha ancora pubblicato le probabili formazioni.

I portieri

Hugo Lloris (FRA) vs Rui Patricio (POR).

euro2016-portieri-francia-portogallo

Non c’è storia, la prima sfida del campo si chiude 1-0 per il Portogallo.

Ma tenete d’occhio la panchina: il terzo portiere, Benoit Costil, maglia n. 23, merita un +0.25 per Les Bleus.

euro2016-francia-benoit-costil

La difesa

euro2016-francia-difesa

La difesa della Francia è abbastanza deboluccia. Purtroppo niente da segnalare, se non qualche prestazione da urlo in fase di esultazione senza maglietta. In quelle situazioni la difesa dei blu da il meglio di se stessa.

euro2016-portogallo-difesa

Altri picchi, invece, per la difesa portoghese, che mixa elementi autoctoni con un fiore all’occhiello di origine carioca (il difensore del Cagliari Bruno Alves, in basso a sinistra nel collage). La star della difesa lusitana è senza ombra di dubbio Cedric Soares (il primo a sinistra in alto), di cui non scriverò l’età perché non voglio creare scompensi. Gioca nel Southampton e le sue origini tedesche lo fanno distinguere per caratteristiche personali dal resto della compagine portoghese. C’è poi un cucciolo ventenne, Guerreiro, che ha tutte le carte per diventare un giocatore di spessore. Com’è che mi dicevano i ragazzi più grandi? Ripasso tra qualche anno :-).

 

La difesa più forte è senza dubbio quella portoghese: Francia 0 – Portogallo 1 anche in questo settore del campo. E si sa, le partite si vincono anche con la difesa!

 

Il centrocampo

Qui ci sono ancora dei dubbi sulle formazioni, ma io, con la mia lungimiranza calcistica, ho selezionato la mia personale scelta. Si sa, Italiani un popolo di santi, poeti, naviganti e allenatori.

euro2016-francia-centrocampo

La Francia, nella semifinale vinta contro la Germania, ha giocato con il modulo 4-2-3-1, che significa in soldoni che ha messo in campo 4 difensori, 2 centrocampisti, 2 ali e un centrale dietro la punta. Sulla linea mediana troviamo lo juventino Pogba, dai look sempre abbastanza improbabili, e l’angolano Blaise Matuidi, a cui piace essere elegante quando non è sul terreno di gioco del PSG.

 

euro2016-portogallo-centrocampo

Il centrocampo portoghese è decisamente più corposo, non solo a livello numerico (il 4-4-2 è il modulo scelto in genere dall’allenatore Fernando Snatos, che con quel nome non potrebbe essere che il ct della nazionale portoghese), ma anche per caratura di giocatori. Da tenere d’occhio durante la finale contro la Francia di sicuro il biondino Adrien Silva e il ragazzone Renato Sanchez, che merita un’immagine di approfondimento.

euro2016-portogallo-centrocampo-sanches

Anche per il centrocampo francese non c’è storia. Il match si chiude qui con un secco 1-0 per il Portogallo. Palla al centro.

L’attacco

In fase offensiva i Francesi danno il meglio di se stessi, purtroppo però si trovano a dover combattere con la vera e indiscussa star portoghese. Ma entriamo nel vivo delle file dell’attacco francese:

euro2016-francia-attacco

Già, se volete avere soddisfazione dai blu guardate in direzione della porta portoghese. Ci troverete Olivier Giroud, con le sue braccia tatuate e l’attualissima barba. E tutto il resto è noia, anche se il biondino Griezmann è attualmente l’eroe nazionale, colui che ha traghettato la Francia in finale. Ma a noi non interessa quel genere di merito! Di cosa parliamo invece?

euro2016-francia-attacco-giraud

 

Passiamo quindi al Portogallo. Vi ho tenuto per ultimo l’arcinoto Cristiano Ronaldo, il cui visino da stronzetto pieno di sé può avere il suo perché, certo. Nel suo caso, però, il piedino magico col pallone e il fisico perfetto sono la causa di attacchi isterici diffusi al suo passaggio. A giudicare dalle interviste rilasciate dalle ex, è l’uomo perfetto per un flirt e niente più. Forse non ci convince anche per il fatto di aver detto che suo figlio non ha bisogno di una mamma, ha già lui come papà (parafraso). Mettiamo da parte i pensieri e concentriamoci sulle sue indiscusse doti:

euro2016-portogallo-attacco-ronaldo

Non si sa chi affiancherà Ronaldo davanti alla porta di Hugo LLoris. Ci accontentiamo di lui per ora.

Soppesando tutti gli aspetti tecnici, direi che la Francia in attacco vince. Quindi 1-0 per Les Bleus.

 

Francia-Portogallo Euro 2016: chi vince?

Rullo di tamburi, i più fighi sono i Portoghesi, che vincono il match della finale di Euro 2016 contro la Francia per 3-1. Se teniamo conto anche della panchina francese, possiamo ipotizzare un 3-2.

Ci avrò preso? Possiamo solo guardare la partita domani sera alle 21 su Sky per dirlo. Io sarò in diretta dallo Spazio Sky in Darsena a Milano a tifare i più gnocchi. Seguite #SpazioSky ed #EuroGnocchi2016, ci sarà da rifarsi gli occhi!

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>