Tenere al caldo i neonati: le tutine

tutine-neonato-head

Quando stavo per diventare mamma, ero attratta dall’abbigliamento neonati, in particolare dai completi maglietta e pantalone o gonna. La mia prima figlia è nata d’estate e ho capito in poco tempo che l’abbigliamento che avevo scelto non era adatto a tenere al caldo il pancino della piccola. Meno male che le nonne avevano provveduto a farmi un corredino “a misura di neonata” e meno male che era appunto estate. Fosse nata d’inverno avrei rischiato di farla congelare :-)!

Così è cominciata la mia lovestory con le tutine, che ho scoperto essere il capo d’abbigliamento più pratico e caldo per i neonati. Esistono tutine neonato di qualsiasi peso, dal cotone al pile passando per la felpa e la ciniglia e permettono di coprire il bambino senza necessità di molti strati di vestiti.

tutine-neonati

Quando il neonato inizia a muoversi e a gattonare, poi, le tutine gli lasciano libertà di movimento e si adattano al movimento del corpo senza tirare.

L’apertura sulla schiena è comoda per cambiare il pannolino con facilità, semplicemente sdraiando il bambino.

Le tutine per i neonati hanno anche i piedini, una praticità che solo chi ha figli piccoli può capire: niente calzini, scarpette e perenne pezzettino di pelle scoperta.

Ricordo che il primo inverno di Sofia l’abbiamo passato tra le tutine. Quando ho capito che erano la soluzione, infatti, ne ho acquistate di lana per le giornate in cui passavamo molto tempo passeggiando, di cotone da tenere in casa, di ciniglia per le visite ai nonni, decorate per le serate fuori. Per uscire di casa, bastava mettere sulla tutina un maglioncino e infilare il tutone invernale. Poi nel passeggino, il berrettino e la coperta. E neppure la neve ci fermava!

tutine-neonato-inverno

Qual è il capo di abbigliamento che considerate più pratico per i neonati?

 

 
Post sponsorizzato da Fantaztico

0
(Visited 75 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.