Sapore di mare

Costa-estate-2014

Ogni anno tutto è immobile, uguale a come l’avevi lasciato 11 mesi prima. Sembra che qui il tempo si sia fermato, cristallizzato in un’estate perenne e rasserenante, che ti riporta alla tua infanzia, a riflettere su te stessa e sul tuo percorso di vita.

Qui tutti ti conoscono, ogni anno le stesse domande “quando sei arrivata? Quanto ti fermi?” con quel viaggio attraverso il mare che rende il qui un altrove lontano e diverso dal resto del tuo anno.

Visi conosciuti, luoghi che conosci a menadito, profumi che ad occhi chiusi ti riportano qui. Curve che fai senza neanche pensare, qui dove hai guidato per le prime volte. Angoli che ti ricordano estati passate. Incontri casuali che non avvengono nella tua città, anche se è la stessa, ma in coda al gate, a quel varco che ti divide dalla vita di ogni giorno da qui.

Qui ogni cosa sembra essere sempre al suo posto, sempre perfetta e immobile.

Qui la tua vita ti appare come una nebulosa lontana.

Qui sei la stessa che tutti salutano con tanto calore, come se i mesi andati non fossero passati, come se tutte le tue ansie fossero finalmente sparite nel nulla, come se tu fossi sempre quella bambina bionda che raccoglieva conchiglie e le vendeva ai passanti.

È rassicurante avere un posto sicuro in cui approdare, sempre, in cui tornare e scrollarsi di dosso la pesantezza dei propri anni.

Qui. È dove non posso fare a meno di tornare. Anche solo per pochi giorni. Anche solo per respirare una boccata di ossigeno che sa di acqua di mare e di macchia mediterranea.

0
(Visited 5 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *