L’ABC del mio Natale

L’ABC del Natale – di Le M cronache

Il Natale per me è… Dalla A alla Z, tutto quello che significa per me il Natale. Grazie a Micaela, che con il suo abbecedario del Natale mi ha dato la possibilità di raccontarvelo!

A: Ancòra, perché c’è sempre, anche il 24 dicembre qualcosa che non ho ancora fatto e che è fondamentale per la riuscita del Natale.

B: Bambini, il cuore del Natale, quelli che hanno cambiato non solo la mia vita ma anche il modo di festeggiare. E in meglio!
C: Cookies, quelli che ogni anno mi riprometto di fare e che puntualmente vengono rimandati al Natale successivo.
D: Dormitina, quella che facciamo tutti i 25 dicembre al pomeriggio, a casa dei miei dopo il pranzo di Natale. Anche quella profuma di Natale.
E: E’ Nataleee!
F: Famiglia, il Natale è la festa della famiglia, il momento in cui si gioisce insieme.
G: Gioia, gioia pura che il Natale mi trasmette.
H:
I: Impacchettare i regali, la mia passione.
L: Lucine, quelle dell’albero di Natale e che le bambine tengono accese 12 ore al giorno.
M: Messa di mezzanotte, che non mi perderei per nulla al mondo. Quella sensazione di gioia nel cuore, di rinascita.
N: Nonni, coloro che riescono sempre a fare sorprese a tutti, a rendere ancora più speciale il Natale di piccolette e genitori.
O: Oddio quanto ho mangiato! Non tocco cibo per una settimana. Per poi cedere al panettone già il giorno dopo.
P: Pranzo di Natale, un momento unico in famiglia, che
Q: Quanti regali hanno queste bambine? Non saranno troppi? Non è immorale? Dove li mettiamo tutti ‘sti giocattoli? Scusate, ma che palle! Dagli uomini di casa sento ripetere le stesse cose da quando avevo 4 anni…
R: Regali, regali, regali. Appunto, leggete il punto precedente.
S: Santa Claus, Babbo Natale, il mito delle mie bambine.
T: Tenerezza, per quel bambino che nasce in una mangiatoia e per gli occhi incantati dei bambini.
U: Uh, l’esclamazione ripetuta davanti alla magia del Natale.
V: Vacanze! Il dolce e l’amaro del Natale, quei 20 giorni di libertà da scuola che portano
Z: Zen perché ogni tanto bisogna essere molto zen per superare il Natale.

Questo post partecipa a L’ABC del Natale, un’idea bellissima di Le M Cronache.

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

7 Comments
  1. Bello!!!
    Io l’ho scritto ieri sera, è stato divertente vero!?!

    Non l’ho ancora pubblicato… lo sto spalmando lettera per lettera per fare uno scherzo a Micaela… poi lo pubblico!

  2. “Che ridere” un corno!!!!
    :o)
    Bello…
    quello della Santa Messa, sarebbe un bell’appuntamento anche per noi, solo che mi faccio prendere sempre dalla pigrizia…

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>