Il metodo Suzuki: insegnare musica ai bambini

metodo-suzuki

… che la musica possa rendere migliore l’uomo, gli dia la pace, la gioia di vivere

Shinichi Suzuki

 

Insegnare la musica a un bambino molto piccolo è possibile, grazie al metodo ideato dal violinista giapponese Suzuki e sviluppato ormai da molte scuole in tutto il mondo.

Che cos’è il metodo Suzuki

Si tratta di una filosofia educativa musicale, basata sull’imitazione. Il violinista osservò come i bambini molto piccoli, osservando i genitori e gli educatori, cercassero di imitare i suoni che essi pronunciavano, imparando così a parlare. Ogni bambino nasce con il proprio talento, che va quindi sviluppato prima possibile. Per raggiungere questo obiettivo è necessario che i genitori siano coinvolti nel metodo, che partecipino con il figlio alle lezioni e che gli ripropongano la medesima melodia durante la giornata, in modo che il bambino possa familiarizzare con essa e, per imitazione, riprodurla.

A quanti anni si inizia

A 3 anni il bambino può cominciare il corso di ritmica strumentale. A 4 anni inizia a suonare lo strumento.

Quale strumento si suona

La scelta dello strumento musicale ha un che di poetico, anche a detta di un mio conoscente violoncellista che da bambino ha frequentato il metodo Suzuki. Lui me l’ha raccontato così: “Il mio maestro mi ha portato in una stanza in cui c’erano molti strumenti. Me ne ha fatto ascoltare il suono, me li ha fatti provare. E alla fine, io ho scelto il violoncello”.

Dove si pratica il metodo Suzuki

In Italia è presente l’Istituto Suzuki Italiano, sul cui sito è possibile cercare le scuole e gli insegnanti accreditati, suddivisi per regione e strumento.

Indicazioni

Il metodo Suzuki è un metodo di vita, che coinvolge tutta la famiglia e che non si limita ad essere un insegnamento della musica nelle ore di lezione. È un metodo totalizzante, che cambierà la vita della famiglia. Questo per dirvi che per intraprendere questa strada è necessario essere convinti e conoscere a fondo il metodo stesso.

Anche genitori che non conoscono la musica possono iscrivere i figli, ma dovranno imparare la musica insieme ai bambini, per essere d’esempio per loro.

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

1 Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>