La Principessa e il Ciuccio

SCF190_05_PINK

Sofia non ha un orsacchiotto preferito né una bambola del cuore. La sua copertina di Linus è il suo magico ciuccio, compagno di avventure e sostegno nelle sventure.

Sul suo cammino il povero Ciuccio ha trovato molti detrattori, forse invidiosi per il posto da lui occupato nel cuore di Sofia, che l’hanno calunniato. Hanno cercato di tarpare le ali a quest’amore togliendo Il Ciuccio dalla bocca di Sofia, fingendo di rapirlo, dipingendolo agli occhi della bimba come quello che le avrebbe “rovinato la bocca”.
Ma nulla, l’affetto di Sofia nei confronti di Il Ciuccio è sempre aumentato ed è forte come solo l’amore sa essere. Lui era al suo fianco fin dai primi vagiti e l’ha accompagnata durante tutte le fasi della sua vita, attraverso traguardi e sconfitte, risate e pianti, nanne e veglie. Lui c’era sempre.
L’epilogo di questa fiaba è scontato agli occhi di noi adulti – Il povero Ciuccio verrà dato in pasto agli uccellini, o forse ai pesciolini, e Sofia, dopo averci pianto per diversi giorni si scorderà di lui per sempre. Ma perchè non lasciarle vivere la sua storia d’amore ancora per un po’?

 

Aggiornamento: Sofia a 5 anni ha abbandonato Il Ciuccio. Peccato che abbia trovato un nuovo grande amore, che non le ha fatto scordare il precedente ma che la consola ancora oggi che sta per compiere 8 anni, che la aiuta ad addormentarsi, che la coccola quando è triste e si prende cura di lei quando è spaventata: il suo pollice.

 

0
(Visited 42 times, 1 visits today)

6 Comments

  1. Micaela 15 Dic 2010 at 11:10

    Anche Miriam sta vivendo questa stessa passione e anche io, come te, se posso evito ancora per un po’ questa separazione… in fondo, non arriverà ai 15 anni ancora con il ciuccio in bocca, no?

    Reply
  2. capozza.andrea 15 Dic 2010 at 23:59

    ..sempre meglio il ciuccio che il dito in bocca!

    Reply
  3. Barbara 16 Dic 2010 at 10:39

    Le nostre storie invece sono state queste… Chissà perchè poi, sempre in campeggio in montagna, durante le vacanze. Leo a due anni e mezzo con i denti da coniglio per via del ciuccio (usato tra l’altro solo ed esclusivamente per dormire) e con molte insistenze della pediatra, preoccupata per il palato, poco prima di andare in passeggiata, me lo chiede e lo lancia nel cassonetto della spazzatura, facendosi ovviamente alzare in braccio per riuscirci. Giuro, non ha mai più chiesto il ciuccio, mai mai mai. Era pronto! L’ha fatto da solo. Su questa linea, tre anni dopo il fratello Gabry…. eravamo in roulotte, appena svegli e sento dire da Leo a Gabry “Su dai buttalo! Basta ciucciare!” Gli ha aperto la pattumiera e il piccolo ha buttato il ciuccio. Oh! Quale fu il mio stupore e la mia preoccupazione…e adesso? Mi sono domandata…Alla sera poco prima di andare a dormire, Gabry apre la pattumiera, rovista tra la spazzatura e dice “Il mio ciuccio?” “L’hai buttato ti ricordi?” “Si ma adesso io lo voglio” Inutile dire che io avevo rimosso il sacchetto in modo che non lo trovasse più… E’ andato a letto a malincuore, ci ha messo più tempo per addormentarsi e qualche coccolina in più, ma tempo due giorni del ciuccio non si ricordava più nessuno. Sono splendidi no? dice la mamma innamorata di loro….

    Reply
  4. Jessica 18 Dic 2010 at 17:24

    Mattia invece il ciuccio non l’ha MAI MAI MAI voluto.. all’inizio cercavo di metterglielo in bocca di mia iniziativa perchè pensavo che si dovesse solo abituare..poi mi sono detta: “glielo caccio in bocca per avere un po’ di respiro io o perchè lo vuole davvero lui?”.. CONCLUSIONE DELLA STORIA: l’ho buttato io nella spazzatura, perche’ lui non se ne faceva niente del caro ciuccio amato da tanti cuccioli..non se lo filava nemmeno!!!!

    Reply
  5. Mammadesign 26 Gen 2011 at 16:59

    Io sono del tuo partito, ma Macro dice che sono un’incosciente……
    Se vai a vedere il mio blog, capirai perche’…..! Alla parola “ciuccio” trovi una marea di post (e ho appena iniziato!)

    Reply

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.