Da grande non voglio fare la fashion blogger

fashion-blogger

Non ne capisco niente del mondo del fashion, non ho – solo – abiti firmati, non seguo i dettami della moda e soprattutto non sono giovane né figa.

Sono una trentaquattrenne che da sempre ama i vestiti e si diverte a rendere speciale e personale il proprio abbigliamento. Al limite del kitsch. Con tocchi colorati che spesso sono un pugno in un occhio. Che a volte si valorizza e a volte cade in tranelli che la fanno assomigliare a una damigiana.

Sono una donna egocentrica a cui piace farsi guardare. Mi diverto. Mi sento bene con me stessa se sono vestita come mi piace quel giorno. Difficile incontrarmi due volte abbigliata nel medesimo modo, un particolare lo devo cambiare. Farei shopping dalla mattina alla sera, mi piace sfogliare le riviste patinate ma soprattutto osservare le persone per strada, nei ristoranti, davanti a scuola, al semaforo, ovunque.

Se vado in piscina per la prima volta prima passo da Decathlon per comprare tutto il kit sui toni del fucsia.

Se sono in giornata, apro l’armadio e combino l’outfit per la mia giornata in due secondi. E parto subito felice.

Non disdegno i negozi di abbigliamento low cost e, a detta di tutti, riesco a indossare con ironia e sicurezza anche capi improbabili.

Sono nipote di una modista, che si creava degli abiti da sogno. Sono figlia di una delle donne con più stile che conosca. Sono cresciuta frequentando casa della nonna piena di pezzi di stoffe da combinare e i mercati in cui tra i mucchi mia mamma tirava fuori delle chicche incredibili.

Non sopporto le personal shopper. Per me è incomprensibile che esistano persone che hanno bisogno di essere consigliate e guidate nello shopping.

Ho le idee chiare e uno stile personale dal quale difficilmente esco.

Mi piace mixare vintage con low cost, grandi griffe con handmade e, statene certe, se mi piace qualcosa, me ne frego di quello che dicono gli altri.

La moda è un gioco, non ci voglio entrare troppo per evitare di scoprire che anche lì sotto c’è un baratro. Lo so che è così, quindi io continuo a sognare sui cataloghi e davanti alle vetrine, a giocare a fare la modella pubblicando immagini sui social e a dire qui cosa mi piace e cosa no.

Non voglio fare la fashion blogger da grande. Voglio solo far vedere a chi mi legge che anche se non si è giovani e fighe ci si può sentire belle e a proprio agio, osare e stupire gli altri e noi stesse con un dettaglio, magari nascosto da mostrare solo a chi vogliamo, che ci faccia sentire ancora più desiderabili.

A questo serve a me la moda. A stare bene con me stessa.

<3

0
(Visited 42 times, 1 visits today)

2 Comments

  1. Federica 23 Ott 2015 at 18:22

    Bravissima! Ben detto! ^_^

    Reply
  2. Laura 23 Ott 2015 at 19:31

    Perché quando si cresce si deve piacere sempre più a se stesse che agli altri. Cri, sei proprio bella!

    Reply

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.