Cronaca di un mese senza marito

E’ stato – ed è ancora – un periodo complicato. Gestire da sola due bambine, con gli imprevisti che questa situazione si porta dietro, non è facile.
E’ stato un periodo in cui mi sono misurata con le mie forze e le mie debolezze e che mi ha fatta crescere molto.

Sapevo da mesi che Il Maritino se ne sarebbe andato per un periodo lungo, in un luogo lontano lontano (in Brasile e non fate battute, ché le devo sopportare già quotidianamente :-)), e più che il lasso di tempo ero spaventata dalla lontananza. Se capita qualcosa, me la devo gestire da sola. Se ho bisogno di lui, non può arrivare a darmi una mano. Mi sono costruita ansie e paure per mesi, con il risultato che il distacco è stato forse ancora più difficile. Avrei dovuto – se sapete come si fa vi prego di dirmi come! – farmi meno problemi a priori e buttarmi in questa nuova avventura in modo più incosciente.

Comunque, è partito e io mi sono misurata con casini “di ordinaria amministrazione”, dalla febbre alta delle bambine, alla macchina che si rompe, alla mia influenza. E devo dire che è stato costruttivo. Ora so che ce la posso fare, che è durissima ma ce la si fa. E questo mi inorgoglisce.
Certo, senza la mia mamma e altri aiuti esterni sarebbe stato quasi impossibile, ma tutto sommato sono soddisfatta di me stessa e della mia “prestazione”.

Ora però anche basta. Grazie. L’abbiamo fatto, è stato uno sforzo immane per tutte e tre, ora però vorremmo indietro il nostro uomo. Per potercelo godere tutto, anche con i suoi momenti no. Che alla fine son quelli che rimpiangiamo meno, però possiamo fare uno sforzo e accettarli 🙂

0
(Visited 23 times, 1 visits today)

5 Comments

  1. proferina 13 Giu 2013 at 09:00

    dai che sei stata bravissima!!!!

    Reply
  2. verdeacqua 17 Giu 2013 at 09:37

    bravissima! però hai ragione, adesso basta! (secondo me ti meriteresti tu una settimana in brasile adesso, ma sola e in vacanza!!)

    Reply
  3. Mamma Avvocato 17 Giu 2013 at 11:24

    E ora, dovrebbe toccare a te!
    Scommetto che non verresti, però, vero?
    Scoprirsi forti e autonomi (si fa per dire) accresce l’autostima!

    Reply

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.