Come scegliere il ciuccio

Anche i succhietti evolvono! Se penso ai ciucci di quando ero bambina, mi sembra di parlare di un altro oggetto rispetto a quelli di Sofia, o ancor di più a quelli di oggi.
Proprio in questo periodo è nata una nuova gamma di succhietti, dalla collaborazione tra Chicco e il Comitato Scientifico della Società Italiana di Ortodonzia: Physio Air e Physio Comfort.

Che caratteristiche deve avere un succhietto?

  • La tettina deve essere ortodontica, in modo da sviluppare correttamente la mascella, il tono muscolare e la nascita dei dentini;
  • La tettina deve essere attiva, in modo da stimolare la postura e la posizione della lingua, per favorire l’allargamento del palato;
  • La tettina deve essere piacevole, per rendere l’esperienza della suzione un momento di vera coccola;
  • Le parti che toccano il viso del bimbo devono essere aerate, in modo da prevenire l’irritazione della pelle;
  • La superficie del succhietto che tocca il viso deve essere ridotta al minimo indispensabile, per aumentare al massimo il piacere;
  • Il ciuccio deve avere dimensioni contenute ed essere leggero;
  • Il ciuccio deve essere bello – perché no? – e avere dettagli funzionali.

La nuova gamma di succhietti Chicco risponde a tutte queste esigenze con due linee distinte, con caratteristiche diverse e irrinunciabili:

  •  Physio Air è il succhietto fresco, con i fori di aerazione che evitano le irritazioni ai bambini soggetti ad arrossamenti. E’ disponibile in più di 15 varianti di colore, tutte divertenti e colorate.E’ consigliato per l’uso frequente del ciuccio.
  • Physio Comfort è il succhietto ergonomico, che lascia molto spazio per il naso e il mento e ha solo 4 punti di appoggio sul viso. La tettina è sospesa e questo consente al bambino una suzione estremamente naturale. Le sue caratteristiche lo rendono il succhietto adatto al relax e alle coccole.

Quali sono le caratteristiche che amate in un ciuccio?

 

0
(Visited 450 times, 1 visits today)

1 Comment

  1. spotty 21 Lug 2013 at 11:27

    ciao! io sono al terzo figlio e ho sempre usato i ciucci Chicco. mi sono sempre trovata bene e anche adesso con l’ultimo che faceva mille storie sono riuscita a placarlo con uno di nuova generazione! menomale!

    Reply

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.