Videogiochi e bambini: istruzioni per l’uso

Da sempre mi sono detta che non avrei permesso che le bambine giocassero ai videogiochi – almeno finché non fossero “sufficientemente grandi” per capirne la potenza.
Anche in questo caso, però, dalla teoria alla pratica cambia tutto! Così mi trovo a rivedere le mie posizioni e fare delle riflessioni sull’eventualità di possedere – tra qualche anno – una consolle di gioco.
Per ora non ce l’abbiamo. I videogiochi non interessano in particolare né me né Il Maritino ed entrambi ci limitiamo a qualche sporadico giochino su iPhone o iPad.
Vedo già in questo caso l’interesse smodato delle bambine nei confronti di queste App e mi chiedo quale potrebbe essere l’effetto dell’arrivo di un oggetto dedicato esclusivamente al gioco sul video.

Va detto che l’importante, a mio avviso, è dare delle regole precise, in termini di tempo, di qualità dei videogiochi e di attenzione da dedicarci. Vietare completamente è controproducente. Credo fino in fondo a questa verità. In ogni ambito: dal Mc Donalds alla televisione. Tutto, con moderazione.

Quindi, mi sono documentata sul web e ho trovato alcuni spunti interessanti:

Tutto ciò perché penso che un argomento vada conosciuto, almeno in parte, prima di schierarsi a favore o contro!
Cerchiamo di farci una cultura sui videogiochi in modo da non farci cogliere impreparati quando arriverà la fatidica domanda: “Mi compri la wii/ps?”

E voi che approccio avete nei confronti dei videogiochi?

0
(Visited 7 times, 1 visits today)

5 Comments

  1. Ely Valsecchi 29 Set 2012 at 14:27

    Ciao ecco su un argomento che mi interessa particolarmente, con tre figli di 14,13 e 8 anni sembra che sia l’argomento per me. Dopo un periodo in cui i due grandi mi tartassavano sui giochi elettronici e dopo aver ceduto e aver compato la wii, ora non richiedono più nulla…. Noi come educazione non siamo molto per tutta questa tecnologia, preferisco la sana e bella bicicletta, gli sport e la partita di pallone ma capisco anche che loro non si possono sentire diversi e così dopo la eii, che staziona li da 1 anni e viene usata a dire il vero una volta al mese, si sono accorti che è meglio, pescare, arrampicare, andare in bicicletta e cucinare con me. Non vietandolo e tenendo delle regole precise come suggerisci capiscono poi che non è poi così bello stare sempre davanti ad un giochino.! Un bacione e buon w.e.
    Ely

    Reply
  2. Moky 29 Set 2012 at 14:37

    Maritino, figlio grande appassionatissimi di videogiochi, il 5enne a ruota. Gli concedo 1 ora e mzza al giorno, ma nn ho molto potere in merito, soprattutto sulla scelta dei giochi…decide Maritino. Uff!!!

    Reply
  3. Rossana Lombardi 29 Set 2012 at 15:25

    Mio marito ed io siamo stati sempre appassionati di tecnologia e videogiochi (noi ci abbiamo sempre giocato, da bimbi e non), quindi di riflesso i miei bimbi è da quando sono nati che vivono in questo ambiente, io non ci vedo nulla di male, come tutte le cose ci va moderazione, i miei bimbi giocano ai videogames ma vanno anche in giro in bicicletta e a giocare per i prati, una cosa non esclude a forza l’altra. Inoltre, molti videogiochi sono anche istruttivi oltre che divertenti, sono dell’idea che vietare a priori non è giusto, è come nascondere la testa sotto la sabbia, i videogames sono una realtà che è meglio conoscere.

    Reply
  4. angela mammasuperabile 29 Set 2012 at 19:55

    il problema mi tocca particolarmente perchè marito(zzo) ha la sua ps3 con decine di giochi decisamente non adatti ad un pubblico sotto i 18 anni (guerra e horror)
    per ora abbiamo svelato al nano solo la funzione di lettore dvd e blue-ray ma presto si renderà conto che ci sono anche tanti giochi interessanti da poter fare

    Reply

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *