Vacanze da sogno con i bambini? Si può!

La maternità cambia tutto, l’essere genitori stravolge abitudini e stili di vita, irrimediabilmente. Detto così sembra che la vita venga spazzata via dall’arrivo di un bambino – e non è così. Semplicemente cambiano le esigenze, nella vita di tutti i giorni come nelle vacanze. Quello che prima era secondario – “tanto in camera dobbiamo solo dormire” – diventa fondamentale per la riuscita di una vacanza in famiglia. E si rivalutano i comfort, i servizi dedicati ai piccoli ospiti e le gentilezze verso i bambini e i genitori. Non è stato così anche per voi?


Il Trentino Alto Adige è famoso per essere a misura di famiglia, per essere il luogo ideale per una settimana bianca in cui tutti, grandi e piccini, sono coccolati e si divertono come matti.
Purtroppo finora non mi è stato possibile trascorrere una vacanza in Trentino, anche se questa vacanza è in testa alla lista delle mete italiane da conoscere.

E, dalla mia esperienza di vacanziera con bimbe al seguito, l’albergo può davvero fare la differenza.
Quali sono i servizi che ci possono aiutare a trasformare un viaggetto in un’oasi di relax e divertimento?
Secondo me non possono mancare baby room per il cambio dei neonati, area per il gioco dei bambini e dei ragazzi, merenda pomeridiana, baby kit, gadget per i bambini, Centro Benessere e possibilità di trattamenti per mamma e papà, pappe preparate secondo le indicazioni dei genitori… Ne avete da aggiungere?

Ho scoperto che le soluzioni in Trentino sono molte, anche organizzate in una sorta di rete di albergatori, e ben strutturate: per esempio esiste Giocovacanza, un club che riunisce 22 hotel dedicati alle famiglie, ha criteri molto stringenti nella selezione dei propri membri e offre un livello di servizio davvero alto.

Ma quali sono gli hotel che fanno al caso di mamme e papà con bambini?
Io ne ho trovati alcuni, alcuni che fanno parte di Giocovacanza e altri no, ma comunque mi pare ben attrezzati:

  • L’Hotel Serena, ad Andalo, che alcune recensioni sul web definiscono come una sistemazione “bella, calda, accogliente”. Centro benessere, animazione per i bambini, skypass acquistabile in hotel e una lista di servizi che fa venir voglia di fare subito la valigia.
  • Al Passo del Tonale – e dalle foto sembra in un luogo da favola – l’Hotel Gardenia offre un servizio completo per le famiglie con un’accoglienza che gli internauti che l’hanno recensito giudicano ottima. Trascorrere dei giorni in una valle di neve, con tutti comfort, deve essere un’esperienza magnifica. Ma anche passare alcuni giorno su un passo dolomitico mi incuriosisce.
  • Il Monte Giner, in Val di Sole, permette di scegliere tra formula hotel e residence. Sorge in un luogo in cui le attività sportive sono il pane quotidiano (dallo sci alla mountain bike) ed è pensato per garantire la flessibilità necessaria a trascorrere una vacanza attiva in famiglia. Anche in questo caso le recensioni sono ottime.
  • L’hotel Salvadori a Marilleva. Vi dico solo che ha appena aperto la piscina esterna salina riscaldata: vi immaginate che meraviglia tornare da sciare e buttarcisi dentro? WOW! E in più tutti i servizi per famiglie e la navetta per gli impianti.

Parliamoci chiaro, la montagna d’inverno rigenera la mente e il cuore, ma con i bambini può davvero essere faticosa: i bimbi vanno vestiti per uscire, svestiti per entrare al caldo, imbacuccati per andare sulla neve, cambiati per cena e ricambiati per la nanna. Se a questo vesti-svesti continuo aggiungiamo anche la scomodità di sistemazioni non a misura di bambino, la nostra settimana bianca si può trasformare in un incubo. Ecco che allora viaggiare appoggiandosi a strutture dedicate alle famiglie diventa un must per chi si vuole davvero godere la vacanza.

Se penso al centro benessere mentre le mie bambine sono impegnate a giocare mi si allarga il cuore. Speriamo di poter fare presto un’esperienza del genere!
E voi, avete fatto settimane bianche con i bambini? Come è stata la vostra esperienza?

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

1 Comment
  1. io ho la fortuna di poter usare una casa a sestriere, quindi le nostre vacanze sulla neve si fanno lì. la casa secondo me è comodissima quando si hanno bambini (specie piccoli), soprattutto perchè non devi “traslocare” tutti i vestiti da neve su e giù ogni volta.

    certo che la settimana bianca è bella, ma finchè i bimbi non sciano anche i genitori non possono sciare e quindi ti perdi un po’ di divertimento (a meno di non “smollarli” a baby club e simili, cosa che sinceramente a me non piace, visto che la vacanze serve anche per passare tempo tutti insieme).
    però bob e centro benessere non sono male (ma se ci possono accedere i bimbi non so quanto relax si possa fare ^_^)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>