5 motivi per vedere The Get Down

IMG_4593

Rientrati dalle vacanze, una delle prime cose che abbiamo fatto è stato sfogliare la libreria di Netflix alla ricerca di qualche nuova serie per le nostre serate casalinghe. Bimbe a nanna, accendiamo la tv e proviamo, senza averne sentito parlare, The Get Down. Dopo un mese e mezzo senza tv, è stato un salto nel vuoto. E… Sorpresa: una nuova dipendenza bella pronta e servita per noi da Netflix!

South Bronx, New York, 1977. Degrado sociale, criminalità, una città che brucia. Cosa fanno i ragazzi per non soccombere? Graffitari, dj, cantanti e sullo sfondo la disco music, la crisi economica, la cultura underground e le feste gay.

IMG_4594

Ecco i 5 motivi che secondo me rendono The Get Down assolutamente imperdibile:

  1. La musica: non sono riuscita a stare ferma un attimo. Dalla disco music fine anni Settanti, trascinante e frivola, ai ritmi coinvolgenti dei dj, passando per le dure parole di denuncia sociale dei rapper. In 6 puntate, da un’ora ciascuna, non mi è mai capitato di pensare: “quando finisce ‘sta canzone?”
  2. La regia: due/tre scene che si alternano, procedendo in parallelo, mostrando analogie e differenze tra diversi dialoghi, location e situazioni. Mai banali gli stacchi, un ritmo sostenuto e molto attuale
  3. Trucco, parrucco e costumi: acconciature afro e streetwear anni Settanta, shorts a profusione e look da rapper. Non ho staccato gli occhi dai vestiti e dai capelli neanche un istante. Si notano tutti gli sforzi fatti – per realizzare 6 puntate ci sono voluti 10 anni, e sono costate 10 milioni di dollari l’una. Questi dettagli, mentre guardavo la serie non li conoscevo…
  4. I graffiti: colori, frasi d’ispirazione per la voglia di rivalsa del South Bronx. Ragazzi che con le bombolette spray cancellano lo squallore e dipingono un mondo a tinte pastello.
  5. Jaden Smith: il protagonista di La ricerca della felicità, figlio di Will Smith, è cresciuto. E interpreta un giovanissimo e ombroso graffitaro. Sempre con gli stessi occhi dolci di allora. Tutto il cast è di livello altissimo, cantanti e ballerini, sicure future star.

6 puntate viste in 3 serate… E adesso devo aspettare fino al 2017 per la seconda stagione. Nel frattempo sono alla ricerca di una nuova serie da addiction, avete suggerimenti?

0
(Visited 13 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *