Avere più tempo per noi

risparmiare-tempo

Una delle cose che mi affatica di più nelle giornate è la mancanza di tempo, cronica.
Mi direte “benvenuta nel clan delle donne trafelate”. Lo so, non sono la prima a dirlo e aggiungo che oltre a mancarmi il tempo mi manca il ritmo. So bene che non tutte le giornate sono uguali, specialmente se si lavora in proprio. Inoltre gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo (figli ammalati, elettrodomestico che si rompe sul più bello, appuntamenti saltati o spostati di un’ora e via di seguito).
Ma allora è impossibile prendere il ritmo e risparmiare un po’ di tempo per sé?


No, non è impossibile ma richiede del tempo!
Ovvero, ricavarsi del tempo, a meno che non si scappi di casa, richiede una pianificazione metodica che non solo porterà alla soddisfazione noi ma anche gli altri che vivono con noi, che forse smetteranno di sentirci brontolare a ruota libera perché sempre in rincorsa degli avvenimenti.
A questo punto cosa vi propongo? Una bella lista! Sì, anche in questo caso ci vuole una bella lista, da stampare e appiccicare sul frigorifero o sull’armadietto del bagno o da tenere sul comodino, come un breviario, o nello studio dove lavorate a sinistra del vostro pc.

  1. Studiare la situazione. Solo noi conosciamo le nostre giornate e sappiamo le nostre necessità. Cerchiamo di analizzarle con onestà per capire se ci sono sprechi di tempo
  2. Dare delle priorità, assolutamente necessarie. Non si può fare tutto contemporaneamente e non tutto ha la stessa urgenza.
  3. Fare un piano, usando un’agenda cartacea o digitale e dei post it (come memo, quando si delega). Deve essere costantemente aggiornato, altrimenti è come non farlo.
  4. Rimettersi in pari, per non avere il senso di colpa delle to do list che ci inseguono. È dura all’inizio, poi si va lisci.
  5. Dire dei no, senza sensi di colpa, anzi facendo capire che si ha la situazione in mano e che pertanto “ora no, proprio non posso fare questa cosa”.
  6. Delegare a tutti, nessuno escluso. Marito, figli, nonne, amiche, colleghi e soci. Non è uno scarica barile, ma la serena presa di coscienza che non si può fare tutto e che gli altri non sono inabili al lavoro, anzi magari sono felici di cooperare.
  7. Darsi dei tempi e controllarli. Fondamentale, davvero importante. Controllare quanto tempo ci vuole per fare ogni singola azione e capire se è tanto o poco. Dopodichè cercare di stare sempre nei tempi e non divagare. Non continuare a fare tutto contemporaneamente (soprattutto lavorare e fare la donna di casa), ma aprire e chiudere i file come facciamo con il computer, entro i tempi che ci diamo.

Questo il piano d’attacco iniziale. Poi si passa alla pianificazione vera e proprio del nostro tempo.
Ecco il nostro suggerimento, provato in prima persona.

  1. Fare la spesa on line (per i detersivi ad esempio) e aderire a GAS (gruppi di acquisto solidale) per frutta, verdura, carne, pane e vino. Funziona, fa risparmiare tempo e denaro e si comprano materie prime migliori.
  2. Cucinare e surgelare. Si può fare o la domenica pomeriggio d’inverno o una sera la settimana, dopo cena. Non preparare tutto, ma abbastanza da avere le cene coperte per la settimana entrante.
  3. Usare l’internet banking (spesso anche low cost o gratuito) per tutti i pagamenti: la scuola, il condominio, le bollette, la ricarica telefonica.
  4. Fare dei pull di mamme e di papà, per prendere e portare figli a scuola o sport, con scaletta dei turni
  5. Tenere in ordine e farsi aiutare a tenere in ordine (ad esempio i bambini per la loro stanza). Se ognuno rimette la cosa che ha preso al proprio posto non la si troverà abbandonata in giro (vale anche per i vestiti) e la prossima persona a cui servirà non vagherà cercandola, ma andrà a colpo sicuro a prenderla al suo posto
  6. Preparare la tavola della colazione la sera prima, è anche bello a vedersi
  7. Preparare i vestiti la sera prima (vale anche per gli zaini di scuola e sport). Almeno iniziare con quelli dei bambini e poi farlo anche per i propri. Non inorridite, si può fare!

 

0
(Visited 4 times, 1 visits today)

2 Comments

  1. Mamma avvocato 3 Set 2014 at 10:26

    Tutto verissimo.
    peccato sia più facile a dirsi ( e scriversi) che a farsi.

    Reply
  2. Elena Augelli 3 Set 2014 at 12:00

    Hai ragione 🙂 Ma provare a mettere in pratica almeno qualche strategia e vederne i risultati è un’ottimo inizio! Porta energia e voglia di proseguire. Non costa nulla, al massimo si è fatto un tentativo, che se non ha funzionato oggi potrebbe comunque funzionare domani.
    Tentare questa impostazione del tempo a settembre potrebbe essere un bel guadagno per i mesi autunnali!

    Reply

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *