San Martino e la processione delle lanterne

Laternenumzug

La scuola bilingue è anche scuola di culture diverse dalla nostra. Quest’anno ci troviamo, per la prima volta, a festeggiare San Martino, una ricorrenza legata al mondo teutonico di cui ignoravamo l’importanza. Ci troveremo a celebrarla insieme a famiglie tedesche, miste e italiane. So già che oggi pomeriggio sarà un momento emozionante e che servirà a creare quella comunità internazionale che tanto bramo di avere intorno a me.

Cosa è la Festa di San Martino? Perché si festeggia? Nell’ultima settimana ci siamo documentati, anche per avvicinare Cecilia a questo evento che la accompagnerà negli anni.

Intanto ecco come si svolge la Festa tradizionale delle Lanterne a cui parteciperemo:

I bambini, durante la scorsa settimana, hanno realizzato delle lanterne usando le scatole dei formaggini. Vi posterò foto e tutorial. Muniti di lanterne e accompagnati dai bambini delle scuole elementari, si troveranno alle 17 in un Parco lungo le rive del Po. L’oscurità starà calando sulla città. In cerchio, accenderanno le lanterne. Poi si muoveranno formando una sorta di processione di lanterne (Laternenumzug), a cui spero di poter prendere parte anche io.Durante la camminata, canteranno canzoni tipiche in Tedesco:

 

Al termine, ogni mamma offrirà agli altri biscotti e bevande calde.

Noi abbiamo preparato i tipici biscotti di San Martino e la cioccolata calda che servirà a scaldare i bimbi e i loro cuori, in questa festa d’autunno che segna l’inizio del periodo freddo.

Perché le lanterne e perché questa festa?

Le lanterne rappresentano la luce che brillava nel cuore di San Martino di Tours e che lo scaldava al punto da condividere il proprio mantello con un povero che incontra sulla sua via vicino ad Amiens in Francia. Faceva freddo e la pioggia era diventata ghiaccio. Martino, visto il mendicante, tagliò con la spada a metà il suo mantello offrendone metà. Quella notte gli apparve Gesù, vestito da un mantello, che gli disse “è me che hai aiutato”. Da quel momento Martino lasciò l’esercito per seguire il Signore.

La lanterna, da oggi, verrà accesa ogni sera come rito della buonanotte, fino all’arrivo del Natale: la lanterna rappresenta il calore dell’estate che teniamo con noi e che ci riscalda nel freddo dell’inverno.

Il menù della festa di San Martino

Dopo la processione si usa mangiare biscotti e bere the o cioccolata caldi. Al rientro a casa, l’usanza nordica prevede una cena a base di oca. Mi piacerebbe provare, ma mi sa che per l’oca rimanderò al prossimo anno…

Intanto, ho cercato ricette per chi vuole mettersi in gioco:

Arricchirò quest’articolo con le foto della festa. Anche voi festeggiate San Martino?
Credits foto in alto:

  1. http://www.schenefeld.de/aktuelles_5/laternenumzug-mit-spielmannszug_3469.htm
  2. http://www.ipsach.ch/cgi-bin/wContentaccess.cgi?/de/dok/Schulleitung/Projekte/Laternenumzug_11.11.2009.php
  3. http://www.waldorfkita-mannheim.de/singapore/index.php?gallery=2009%20%284%29%20-%20Laternenumzug%20zu%20St.%20Martin&image=Laternenumzug%202009%20-%2004.JPG&PHPSESSID=563f7f25d1cf34895947eba8d7c57946
  4. http://blog.shoppingdonna.it/tempo-libero/che-zuccona
  5. http://mummydothat.blogspot.it/2009/11/day-of-lanterns.html
  6. http://www.meinbezirk.at/themen/laternenumzug.html.
Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

2 Comments
  1. Ti ho trovato per caso.
    Comunque si, presente alle Lanterne!! (come da post nel mio Blog) 😉

    Purtroppo non ho fatto a tempo a fare i biscotti, ma da mamma italiana portero’ della focaccia 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>