Piermario Morosini, un altro atleta che non c’è più

Quando capitano queste cose, mi si sconvolge il cuore e lo stomaco.
Da mamma, non posso pensare che un ragazzo di 26 anni, un atleta, muoia su un campo di calcio durante una partita.
Il calcio si ferma dopo che il suo cuore si è fermato.
Non si può morire di calcio… Non conoscevo Piermario Morosini, ma mi colpisce molto questa morte.
E mi è tornato subito alla mente Matteo Simoncelli, morto lo scorso ottobre. Allora non ero riuscita a scrivere, lo sgomento era troppo forte.

Sapere che questo ragazzo aveva perso entrambi i genitori, poi il fratello maggiore, non può non far riflettere… Ci affanniamo tanto per sciocchezze, corriamo come criceti per niente. Ma se il destino – o chiamatelo come volete – ci è contro, tutto è vano.
Per me è difficile ammetterlo. Io che sono fermamente convinta dell’importanza delle scelte personali nella vita di ognuno e della responsabilità del singolo, non posso pensare che siamo impotenti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

0
(Visited 12 times, 1 visits today)

1 Comment

  1. Parola di Laura 14 Apr 2012 at 22:22

    pure sono rimasta colpita dalla notizia ed ho pensato le stesse tue cose…ci affanniamo tanto per stupidaggini ma il filo del nostro destino non si sa che durata avrà…

    Reply

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *