Rimedi naturali contro gli insetti: le piante

allontanare-insetti
Foto di biborg

Estate o non estate sono arrivati gli insetti. Se in campagna sono fisiologici e a volte utili in alcune coltivazioni, in città proprio non si sopportano. Questo però non vuol dire che si debbano per forza combattere con agenti chimici.
La natura, nel suo equilibrio, dispone di molti auto-aggiustamenti. Nel caso degli insetti ci sono delle piante che aiutano a tenerli lontani. Forse agli abitanti moderni del pianeta le soluzioni naturali appaiono lente o poco efficaci, ma restano le più sicure e a mio avviso vanno sempre prese in considerazione.

A seconda degli insetti che danno fastidio nelle nostre case, possiamo trovare delle piante, assai comuni e di facile manutenzione, che sono dei naturali insetti repellenti.
Se si ha a disposizione un terrazzo, sarà oltre che utile, molto bello disporre i vasi di queste piante, alcune delle quali fiorite, fino a ottenere veri e propri angoli aromatici e cromatici.
Se non si ha il terrazzo, ma solo un davanzale, anche semplici vasetti possono comunque risultare utili e gradevoli alla vista.
Un accorgimento molto importante per il loro funzionamento, oltre alla corretta esposizione al sole, è di non metterli in mezzo ad una corrente d’aria che possa disperdere il loro profumo. In questo caso, le proprietà sprigionate dagli olii essenziali racchiusi nelle foglie e nei fiori verrebbero mandate lontano dalla nostra casa, vanificando quindi la loro funzione contro gli insetti.

Piante che tengono lontani gli insetti

  • Calendula contro le api
  • Geranio contro api e mosche
  • Lavanda contro le mosche
  • Basilico contro calabroni, mosche e zanzare
  • Menta Romana contro formiche, mosche, pulci e zecche
  • Citronella contro le zanzare.

Come detto, se non si ha la possibilità di avere un balcone abbastanza capiente bastano le piantine sul davanzale, accorgimento che può essere utilizzato anche in una casa di villeggiatura.

In questo caso, la pianta più indicata da tenere è il basilico perchè il suo olio essenziale è fortemente repellente per la maggior parte degli insetti.

Basilico

Oltre ad essere un versatile repellente contro gli insetti (in particolare zanzare, mosche e calabroni):

  1. è gradevole e allegro da vedere
  2. necessita di semplice manutenzione (acqua e sole)
  3. dura tutta l’estate (già da giugno se ne trovano vasetti rigogliosi)
  4. si reperisce facilmente al mercato, negli orti, nei negozi di frutta e verdura, nei supermercati
  5. ha costi accessibili
  6. soprattutto è un fantastico ingrediente per tantissimi piatti estivi, freddi e caldi (sughi, insalate, caprese, ecc.).

 

Altre erbe aromatiche

Sempre profumata e valida per più utilizzi la menta romana, da mettere vicino al basilico.

Un po’ più ingombranti citronella e calendula (dai fiorini arancio), forse più adatti a terrazzi che a davanzali.

Lo stesso vale per la lavanda, profumatissima e bellissima da vedere, ma che in poco tempo acquista volume e pertanto solo in un vasetto sarebbe costretta. Ottima invece se tenuta in terrazzo, in vaso più grosso.

Infine, anche il geranio con i suoi fiori rosso intenso è facile da tenere sui davanzali, dura tutto l’anno (salvo che in inverno va coperto contro le gelate) ed è un ottimo repellente per gli insetti.

Se ve ne fosse la possibilità, si potrebbero tenere dei fiori di geranio appesi fuori dal davanzale e sul davanzale una piantina di basilico e una di menta.  A questo punto, oltre che godere di un bellissimo spettacolo cromatico, dovreste essere salve dagli attacchi delle zanzare cittadine.

L’efficacia di queste piante è provata anche dal fatto che tutti i preparati naturali contro gli insetti o lenitivi per le loro punture hanno fra i loro ingredienti gli olii essenziali di citronella, basilico, geranio, ecc. Quindi perchè non provare direttametne la pianta come scudo contro gli insetti?

Cosa attira le zanzare?

Le zanzare sono attratte da odori e colori. Con alcuni accorgimenti potrete evitare le fastidiose punture:

  1. Colori: no ad abiti neri o con colori sgargianti;
  2. Odori: non lasciare resti di cibo, in particolare zuccherino – come pezzi di anguria – sulla tavola dopo cena;
  3. Pelle: alcune persone vengono prese di mira dalle zanzare perché, secondo alcuni studi, produrrebbero CO2 o acido urico in quantità superiori alla media;
  4. Acqua stagnante: le pozze d’acqua – anche solo la ciotola per l’acqua del cane – sono una potente calamita per le zanzare.

Per le zanzare tigre, che ci affliggono in particolare in città, si possono realizzare delle trappole naturali che portano gli ospiti indesiderati ad estinguersi dalla nostra casa, visto che essi sono stanziali.

 

0
(Visited 25 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *