Orgasmo femminile, ovvero gli unicorni esistono

L'orgasmo femminile è un tabù?
L’orgasmo femminile è un tabù?

Viviamo nell’era di PornHub, in cui ci mostriamo tutti liberi dai tabù e dalle costrizioni sociali delle epoche passate. Eppure c’è una cosa di cui ancora non si parla. Si cerca come si fa con gli unicorni, che puoi crederci o meno, esistono, ma non se ne parla neanche con le amiche. È l’orgasmo.

La sessualità femminile è stata da un lato sbandierata ai 4 venti e dall’altro completamente relegata a ruolo di gregario. Che una donna provi piacere è un fatto secondario, come e perché ciò avvenga lo è ancora di più. Mi ha stupita scoprire che non esistono studi accademici importanti sull’orgasmo femminile, nonostante l’industria dei sex toys nell’ultimo periodo si sia ingrandita e abbia maggiore visibilità. Ciò significa che le donne vogliono provare piacere.

Sai cosa mi perplime? Sapere che

molte di noi passino la vita a soddisfare i bisogni del partner, facciano l’amore per dovere più che per voglia di farlo.

Quante volte mi è capitato di sentire: “quando lui torna la sera quando è stato fuori, io mi fingo addormentata così evito che mi chieda di scopare”. Ma che tristezza! Il sesso dopo i figli cambia, l’intimità diventa una merce rara, la stanchezza prende il sopravvento, ma si tratta di un periodo, che al crescere dei figli si dissolve. E torniamo noi, diventate mamme ma pur sempre donne, che spesso però non si conoscono abbastanza neanche da spiegare al partner che cosa le fa impazzire. Sempre che qualcosa che hanno provato le faccia impazzire… Già, perché l’altro aspetto che mi lascia attonita è che molte donne non abbiano idea delle potenzialità del loro corpo e dei meravigliosi modi in cui potrebbero usarlo.

OMGYes. il sito per conoscere l’orgasmo femminile

Non mi addentro in questioni psicologiche legate al sesso, ai rapporti che cambiano, alla noia che rischia di prendere il sopravvento. Mi piace vedere il bicchiere mezzo pieno e quindi voglio parlarti di OMGYes, che già ha un nome promettente, un sito sul piacere femminile, nato da una ricerca condotta su 2.000 donne di età compresa tra i 18 i 95 anni. Donne, persone autentiche non attrici, condividono le loro storie e dimostrano le loro tecniche. C’è la possibilità di esercitarsi con simulazioni tattili, ma la cosa che mi ha colpita di OMGYes è il modo naturale e neutro con cui le donne parlano nel dettaglio di come provano piacere, di quali sono le strategie per arrivare ad avere orgasmi lunghi e potenti. Sì, nessun tabù e, tra video teorici ed esercizi pratici si prende dimestichezza con il proprio corpo, imparando quali siano i movimenti e i modi per raggiungere il piacere.

Il sito è destinato alle donne ma non solo, anche agli uomini che vogliono scoprire il complesso universo della sessualità femminile e alle coppie che vogliono imparare insieme.

Ohhh, sex toys e un blog irriverente

Conosco e seguo alcune altre aziende e media che hanno deciso di rompere gli schemi, parlando in modo chiaro, divertente e anticonformista del sesso visto dalle donne. Piacere femminile, relazioni di coppia, fashion porn sono i temi trattati dal blog di Ohhh, l’ecommerce di sex toys pensato al femminile. C’è anche lei, Grimilde alias Rossella Boriosi, che parla di come le relazioni affettive e il sesso cambino con il passare degli anni, per esempio, nel suo meraviglioso modo irriverente.

The S factor, Le Funky Mamas

E poi c’era una delle rubriche del web che più ho amato: The S factor di the sleeping bitch su Le Funky Mamas, un concentrato di sesso, orgasmo femminile, senza inutili retoriche, con uno stile leggero e colto. Perché anche a parlare di vibratori e vagine ci vuole stile :-). Peccato non ci sia più…

 

Il piacere femminile è l’ultimo tabù, ne sono convinta, ma credo che progetti come OMGYes siano un enorme passo avanti per sconfiggere la paura di conoscere se stesse e il proprio piacere.

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

2 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>