Organizzare l’armadio dei bambini

L’armadio di un bambino deve essere ben organizzato per evitare di diventare un pozzo senza fondo da cui sbucano magliette e pantaloni alla rinfusa. Un armadio ben organizzato permette di risparmiare tempo quando si scelgono i vestiti da indossare e di aiutare i bambini dai 3 anni a diventare più autonomi nella gestione dell’abbigliamento.

Con alcuni accorgimenti anche l’armadio più piccolo e disordinato può diventare un luogo dove tutto ha il proprio posto:

  • Fare decluttering, donando/vendendo i capi che non si mettono o che non vanno più bene, mettendo via ciò che si passerà ai fratelli minori, buttando quello che è rovinato. A questo proposito, ho trovato illuminante la frase di Money Saving Mom:

Try to eliminate your emotional attachment to the items and instead, come at it from the perspective that by getting rid of the clothing, you will free-up more space for items you actually need.

  •  Mettere in uno scaffale o in una scatola a parte gli abiti che sono troppo grandi – e che il bambino indosserà l’anno successivo. Ogni tanto conviene aprire la scatola per verificare quali vestiti ora gli vanno e passarli nell’armadio.
  • Dividere gli indumenti per tipologia e assegnare un cassetto ad ogni tipologia. Se i cassetti sono troppo grandi, suddividere gli spazi in modo da avere degli scomparti più piccoli.
  • Pianificare le lavatrici in modo da non aver bisogno di molti capi di abbigliamento – questo servirà anche a risparmiare!
  • Usare i ripiani sotto il bastone appendiabiti per impilare scatole che contengono accessori o scarpe.
  • Suddividere gli abiti appesi per taglia – se si lasciano nell’armadio anche i vestiti delle taglie immediatamente successive. Bellissimi i divisori di PotatoPatch su Etsy.
  • Incollare degli adesivi con il disegno del tipo di indumenti che i cassetti o le scatole contengono. I bambini possono così vestirsi da soli scegliendo la maglietta preferita nel cassetto giusto e, soprattutto rimettendola a posto dopo che è stata lavata!
  • Sfruttare il più possibile le porte interne, dotandole di tasche portaoggetti o ganci per appendere.
  • Usare anche lo spazio sotto il letto, con dei cassetti scorrevoli con le rotelle per tutto quello che nell’armadio proprio non ci sta più.
  • Acquistare i sacchi sotto vuoto per mettere via il piumone invernale, le coperte e i giubbotti pesanti che altrimenti occupano troppo spazio.

E per le camerette in cui un armadio non c’è – soprattutto per i neonati – ecco alcune soluzioni “fuori dagli schemi”:

Un sistema di scatole e mobili Ikea per la babystation di IKEA Hackers
Una tenda per creare una cabina armadio – di Rubbermaid
Una parete attrezzata per Melody di Sweet and Saucy

Infine, un’idea di riciclo davvero originale e divertente:

Le calzine del neonato nel contenitore delle uova! – di HWTM
0
(Visited 32 times, 1 visits today)

2 Comments

  1. Micaela 27 Set 2012 at 14:58

    ma dico io: quanto sei brava?!

    Reply
  2. Pingback: {Piustyle guest post} Me la compra mamma - Il blog di Piustyle

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *