Mamme freelance: spostare l’ufficio in vacanza

Molte mamme libere professioniste d’estate devono dividersi tra il lavoro e i bambini a casa da scuola. Non che tutte le altre mamme non lo debbano fare, ma per chi ha l’ufficio in casa ciò significa dover seguire i ritmi dei figli e spesso spostarsi dalla città per far trascorrere del tempo al mare o in montagna ai bimbi.
Al di là della gioia che queste “villeggiature” ci offrono, ci vuole un’ottima organizzazione per non rimanere indietro sulle attività professionali e per portare avanti tutte le incombenze in un luogo non attrezzato come il nostro angolo di lavoro a casa.

Quindi partiamo organizzati e facciamo l’elenco di tutto l’occorrente da portare con sé per un ufficio on the move:

  • il pc portatile;
  • il portapenne con le nostre matite colorate preferite;
  • una moleskine su cui appuntare idee e progetti;
  • un’app che trasformi lo smartphone in uno scanner: per Android esiste Google Scan e per Iphone c’è DocScan, entrambe gratuite;
  • una chiavetta con connessione internet – prima di partire verificate che il gestore che scegliete abbia copertura nel luogo in cui vi recherete;
  • le marche da bollo per le fatture;
  • i francobolli;
  • le buste per spedire le fatture.

Direi che a me non serve altro. Quello che però quest’anno sento il bisogno fisico di fare è staccare la spina per un paio di settimane. Quindi altro consiglio, per me stessa e tutte le mamme freelance, è portarsi avanti il più possibile con il lavoro in modo da poter trascorrere una quindicina di giorni di VERA vacanza con figli e marito. Dopo un anno come questo ce lo meritiamo tutti!

E per voi quali sono le cose fondamentali da non dimenticare a casa per le vacanze?

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

2 Comments
  1. Ciao,
    ottimi suggerimenti, quest’estate è stata proprio così, cioè ho portato il mio studio ( sono un architetto) in vacanza con me, direi che oltre a tutte le cose che hai detto, mi è stata di grande aiuto la collaborazione saltuaria ma fondamentale dei nonni. Questo mi ha permesso di non rimanere con del lavoro arretrato e a mio figlio di godersi la vacanza.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>