Le regole per sopravvivere ai giorni in ospedale con un altro bimbo a casa

nascita-fratellino

 

Scrivendo il post di oggi pomeriggio, mi è venuto in mente il periodo trascorso in ospedale per la nascita di Cecilia e le criticità che abbiamo dovuto affrontare nel gestire Sofia. L’arrivo di un fratellino è un evento difficile da gestire per il primogenito. La paura di essere “spodestato” e l’incomprensione di ciò che sta capitando possono creare problemi al bambino, alla famiglia e al rapporto tra i due fratellini.

Vorrei raccogliere in questo post gli accorgimenti che mi sono stati utili per sopravvivere a quella settimana e far sì che per Sofia fosse meno traumatica possibile. La premessa è che Sofia aveva solo due anni e negli ultimi mesi si era abituata a stare 24/7 – come direbbero gli Americani – con me.

  1. Programmare con anticipo chi si occuperà di che cosa e quando in quei giorni: voi non ci sarete e – se farete un cesareo come me – avrete bisogno anche voi di qualcuno; per evitare di arrivare impreparate e farvi prendere dal panico, creando ansia anche al bimbo a casa, mettete a punto un’agenda coinvolgendo più persone possibile.
  2. Organizzare la copertura del fratellino maggiore a casa in modo che sia sballottato da uno all’altro il meno possibile e che le sue abitudini restino il più possibile simili alla sua quotidianità.
  3. Prevedere per il bimbo a casa almeno mezza giornata da trascorrere da solo col papà facendo un’attività che ama – Sofia era stata a vedere i cavalli con Il Maritino ed era entusiasta!
  4. Cercare di limitare al massimo la permanenza in ospedale – compatibilmente con lo stato di salute sia vostro sia del bebè, naturalmente!
  5. Prevedere un momento solo per la famiglia per far conoscere i due bimbi: in ospedale spesso si può concordare con la caposala un’oretta in una sala o nel corridoio solo per voi, fuori dall’orario di visita ufficiale.
  6. Non far venire in ospedale il vostro bimbo quando siete ancora a letto, magari con la flebo: vedervi così gli farà pensare che sia stato il fratellino a farvi del male.
  7. Non far incontrare i due fratellini per la prima volta durante l’orario di visita con 100 parenti pront a dire la loro e intervenire in un momento così magico e privato. Il bimbo più grande deve anche sentirsi libero di reagire come vuole!
  8. Spiegare al bimbo con anticipo cosa succederà, che la mamma se ne andrà per qualche giorno per far nascere il fratellino, che lui starà con nonna/zia/papà/amica di mamma e che poi mamma tornerà con il fratellino e starete sempre tutti insieme. E’ assolutamente vietato sparire da un momento all’altro!!!
  9. Tenere nella borsa dell’ospedale dei piccoli regalini che darete al vostro bimbo nel momento in cui tornerà a casa dopo avervi fatto visita. Dandoglieli gli direte di aprirli in macchina, così potrete convincerlo ad andar via senza di lui.
  10. Acquistare un piccolo dono che darete al fratello maggiore quando tornerete a casa col fagottino, dicendogli che glielo ha fatto suo fratellino. Così penserà che il piccolo gli voglia bene…
  11. Al rientro a casa, fare in modo che il più grande sia in casa sua quando voi arriverete dall’ospedale. In questo modo, sarà come se lui accogliesse il fratellino nei suoi spazi, mentre al contrario – se arrivasse a casa e si trovasse davanti il piccolo – gli sembrerebbe un'”invasione di campo”.

Questi sono solo alcuni piccoli accorgimenti per semplificare un po’ la vita. Alcuni mi erano stati suggeriti, altri li ho imparati sulla mia pelle… Chi vuole aggiungerne altri è, come sempre, il benvenuto!

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

3 Comments
  1. è stato molto utile e interessante leggere questo post, grazie! alcune cose le avevo già pensate, altre invece no… soprattutto mi sono emozionata leggendo perchè immagino quando sarà il momento per noi… penso al mio piccolo che si sentirà privato un pò della sua mamma e mi sento male per questo, ma allo stesso tempo penso a quale momento importante per la sua vita sarà conoscere il suo fratellino/sorellina. ho un fratello minore anch’io e ricordo il periodo in cui è nato mio fratello come una gioia. è importante che sia così.

  2. Grazie!Anche se Alice ha quasi 7 anni, alcuni consigli saranno sicuramente preziosi tra qualche settimana!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>