Il rotolo di pandispagna e salmone

Fare il pan di spagna per me era un’impresa titanica, tanto che ultimamente non ci avevo più provato. Poi ho trovato l’originale ricetta di Un tocco di zenzero per il rotolo salato-dolce di salmone e mi sono messa alla prova. Ho modificato la ricetta secondo i miei gusti e ciò che avevo a disposizione.
L’occasione si è presentata all’annuale gara di cucina che si svolge nell’azienda in cui lavora Il Maritino. Volevo proporre una ricetta particolare, dal sapore non banale e che presentasse bene. Ed ecco il risultato:

Ingredienti:

  • 120 gr farina manitoba
  • 4 uova
  • 70 gr zucchero
  • 25 gr burro fuso
  • 5 fette salmone affumicato
  • philadelphia (meglio se fatto in casa)
  • aneto
  • sale e pepe

Per questa ricetta è indispensabile il robot da cucina (o in alternativa le fruste elettriche). Montare i tuorli con lo zucchero. Il risultato deve essere un composto spumoso e chiaro. Aggiungete la farina poco per volta, continuando a mescolare, e in ultimo il burro fuso.
Montate a neve ferma gli albumi, con un pizzico di sale. Unite in una terrina i due composti, mescolando dal basso verso l’alto per non smontare i bianchi d’uovo.
Stendere la carta da forno su una teglia rettangolare, spargere il composto – che dovrà essere spesso circa 1 cm – e livellarlo.
Cuocere in forno statico per 7 minuti a 200°.
Appena tirato fuori dal forno, trasferite il pan di spagna su un piano di lavoro e copritelo con un panno umido. Lasciatelo riposare per circa 15 minuti.

Intanto lavorate il philadelphia con con sale e pepe, in modo da ammorbidirlo e insaporirlo.

Quando il pan di spagna avrà riposato, stendete il formaggio su di esso e poi coprite con le fette di salmone. Spargete su di esso un po’ di aneto.
Ora viene la parte più complessa: arrotolare il pan di spagna. Mettete sul piano di lavoro della pellicola per alimenti e poggiatevi sopra il pan di spagna. Facendo attenzione a non romperlo, arrotolatelo stretto e chiudete il rotolo nella pellicola.
Stringete bene il rotolo e lasciatelo in frigo per una notte.
Togliete il rotolo dalla pellicola e, con un coltello molto affilato, tagliate a fette di circa 1,5 cm di spessore.
Cospargete le fette con un pizzico di aneto.

Ah, per la cronaca, non ho vinto la gara di cucina… Peccato, il mio rotolo di salmone era davvero buono :-)!

 

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

5 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>