Il corredo per il secondo figlio

Due sorelline e i loro vestiti

Se avete la fortuna che il primo figlio e il secondo nascano nello stesso periodo dell’anno, la parola d’ordine della seconda gravidanza sarà riutilizzo. Potrete usare di nuovo l’abbigliamento del primo bambino, soprattutto se il sesso è lo stesso. Ma non solo: anche se sono un maschio e una femmina, vi accorgerete da un’attenta analisi degli scatoloni che sono molti i capi riciclabili. Ora capiamo come far ritornare al loro splendore gli oggetti del primo figlio e cosa dobbiamo acquistare o farci regalare.

Come sbiancare i capi ingialliti

Quando li abbiamo messi via i vestitini da neonato erano perfetti. Riaprendo la scatola invece li troviamo ingialliti, con macchie che non c’erano. Come mai? Con il passare del tempo tornano in vista le macchie di latte che sembravano sparite con i lavaggi. E il tempo e l’umidità fanno il resto, rendendo gialline tutine e lenzuolini.

I tessuti tornano bianchi sfregandoli con sapone di marsiglia, inumidito e applicato sul capo asciutto. Lasciamolo agire per una mezz’ora, poi mettiamo tutto in lavatrice e laviamo con il solito programma.

 

Cosa comprare o farsi regalare

Ci sembra di avere tutto – e non è proprio il caso di riempirci la casa di cose inutili… – ma ci sarà di sicuro qualche acquisto da fare.

I body intimi spesso sono rovinati o macchiati in modo indelebile dalla cacca che è fuoriuscita dal pannolino. Quindi, compriamone di nuovi, senza impazzire a smacchiare quelli che abbiamo in casa.

Durante la prima gravidanza ci manca tutto – dai mobili agli accessori – per il nascituro, mentre la seconda gravidanza è il momento per togliersi qualche sfizio. Ci siamo accorti che una culletta trasportabile sarebbe stata utile? Questo è il momento per farcela regalare.

Se il fratello maggiore ha meno di 3 anni pensiamo seriamente alla soluzione per il passeggino: la pedana non è la soluzione giusta, soprattutto per chi si muove tanto a piedi. Quindi, valutiamo l’idea di farci regalare un passeggino doppio. In commercio ne trovate di tutti i tipi e per tutte le tasche, ma a mio avviso il passeggino è una delle poche cose per la quale vale la pena spendere. Piuttosto cerchiamo di farcela regalare da tutto il parentado riunito :-).

Cosa regalare o donare

Se un capo d’abbigliamento non vi piaceva per il primo figlio, non vi piacerà neppure per il secondo. A questo punto, inutile tenere tutto: regaliamo ciò che non abbiamo usato e non useremo.

Altra categoria da eliminare dall’armadio del bambino: i capi scomodi, le gonnelline per le neonate e tutto ciò che lascia scoperto il pancino, ci dà quella sensazione di s-comfort. Anche in questo caso, regaliamo ciò che non usiamo per evitare di avere l’armadio pieno solo per finta. Decluttering, questa deve essere la parola d’ordine per la seconda nascita.

 

Come trattare i pannolini lavabili

Se in casa abbiamo dei pannolini lavabili che abbiamo usato con il primo figlio, possiamo tranquillamente riutilizzarli. Per lavarli ed eliminare le macchie gialle che si fossero formate col tempo, usiamo una spazzola e il sapone di marsiglia. Laviamoli poi in lavatrice a 40° o 60° a seconda di quanto riportato sull’etichetta. Non trattiamo mai i pannolini lavabili con prodotti aggressivi come candeggina, cloro o ammorbidenti che potrebbero irritare la pelle del bambino. Inoltre, questi prodotti possono rovinare i pannolini lavabili, danneggiandone i tessuti.

 

Altre risorse:

 

 

 

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>