Il cambio di stagione

Come dicevo ieri, l’autunno è nell’aria… Urge cambio di stagione!
Dopo aver cercato per settimane le scatole con i vestiti dell’inverno di due anni fa di Sofia – già ricordarsi quali sono quelli giusti è un casino – finalmente ieri avevo tutto l’occorrente a disposizione in casa. Non so voi, ma per me sapere dove avevo messo le scatole è un’impresa titanica. In garage? Da mia mamma? In cantina? In montagna? Già, perchè non avendo una reggia e volendo, per ora, tenere tutto, devo incastrare scatoloni in qualsiasi spazio vuoto!

Dicevo, reperiti tutti i pezzi, ieri pomeriggio mi sono dedicata al cambio dei vestiti per le bimbe. Già, perchè gli indumenti miei e de Il Maritino possono aspettare. L’importante è che non si surgelino le bimbe, tutti gli altri non contano!
Mi sono ritrovata a piegare e inscatolare tutti i vestitini dell’estate scorsa, indossati prima da Sofia e poi da Cecilia e che, con quel gesto pieno di significato, sono stati messi nel limbo. Ogni abitino ha per me un ricordo, o più di uno, legato all’una o all’altra o a entrambe. E, come diceva anche MaMarketing ieri, una leggera nostalgia mi ha colta alla sprovvista. Con molta probabilità nessuno indosserà più quegli abiti. O chi lo farà non sarà una mia bambina. Mentre mettevo via oggetti, perchè gli abiti sono solo oggetti, sono stata invasa dalle domande: coronerò il mio sogno di famiglia davvero numerosa o tra un anno mi troverò a dover riaprire quelle scatole e regalarne tutto il contenuto?

Meno male che poi è arrivata Cecilia con la bocca colorata di pennarello viola e mi sono distratta…

0
(Visited 4 times, 1 visits today)

8 Comments

  1. rosa 21 Ott 2011 at 08:58

    e meno male, sì!! quanto mi rivedo in questa nostalgia!
    sopratutto per il fatto che il mio secondo figlio sarà maschio e la prima è femmina, quindi molto poco dei due guardaroba riuscirà a sovrapporsi tra i due.

    Reply
  2. Rossana 21 Ott 2011 at 09:05

    Anche io avevo questa malinconia quando ritiravo i vestiti del secondo…poi è arrivata la terza…ora anche mi prende la malinconia con i suoi vestitini anche perché questa volta sarà davverro l’ultima..ti capisco.

    Reply
  3. Eu 21 Ott 2011 at 10:18

    Io invece ho notato che la mia seconda ha troppi indumenti da bimbo (sono tutti quelli del primo). Che sia arrivato il momento di fare qualche acquisto? Di cui, ovviamente, poi ne usufruirà la terza!

    Reply
  4. Cento per cento Mamma 21 Ott 2011 at 12:52

    @Rosa, almeno sai che la scatola la riaprirai… Secondo me qualcosa riuscirai a riciclare, tipo tutine non rosa e pantaloni unisex.
    @Rossana, speriamo che anche a me vada come è andata a te… C’è solo Il Maritino da convincere…
    @Eu, shopping, shopping, shopping, hai anche la scusa!

    Reply
  5. mogliemammadonna 21 Ott 2011 at 22:17

    Io sto conservando tutto. Ogni abitino suscita in me un ricordo, un sorriso. Qualcosa ho passato ai cuginetti ma le cose più belle le sto conservando per mia sorella, nella speranza (Oddio, mi viene da piangere) che presto riesca a coronare il suo sogno di diventare mamma. Non so neanche più quant’è che ci prova.
    Ogni sera prego per lei, perché accada.
    A volte mi sento in colpa nei suoi confronti. Io che ne ho già due…
    … e vi confesso, da un po’ ho iniziato a sognare il terzo, l’ho proprio visto, è femmina ed ha già anche un nome…
    Non ci posso pensare.
    Meglio di no, anche perché papi non vuole proprio, e da sole non si può.

    Reply
  6. Cento per cento Mamma 21 Ott 2011 at 22:20

    @mogliemammadonna, i mariti si possono sempre ingannare 😉
    Una preghierina per tua sorella, vedrai che ce la farà!

    Reply
  7. Anonymous 23 Ott 2011 at 16:34

    Ingannare il marito sul concepimento del terzo figlio non è una buona idea. I figli si fanno insieme, non contro. Già il rapporto di coppia cambia, non in peggio ma cambia, non è opportuno che i figli diventino oggetto di prevaricazione, il primo e unico come il terzo o il quarto, non importa. Rifletteteci.

    Reply
  8. Cento per cento Mamma 23 Ott 2011 at 16:58

    @anonimo, hai ragione. La mia era una battuta per fare una risata insieme, non certo un suggerimento! 🙂

    Reply

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *