I bambini e l’inverno

… fuori iniziano a cadere le foglie…

e io immagino già che tra poco saremo costrette a trascorrere interi pomeriggi chiuse in casa a fare giochi impossibili per intrattenere Sofia… oppure dovremo imbottirci come omini Michelin per mettere il naso fuori casa, facendo sempre lo stesso giro intorno a casa, sotto i portici, perché nevica.

Eh già, l’inverno con i bambini è lungo e difficile. Quando vogliono giocare non li puoi portare al parco ma l’unica possibilità sono i centri commerciali con giostrine – che io odio – o le ludoteche sovraffollate e lontane chilometri da casa nostra!
Sofia, tra l’altro, non ama i vestiti pesanti e quando bisogna mettere 1.000 strati per uscire inizia con capricci di tutti i tipi. Non so se capita anche a voi, ma quando è ora di prepararsi, io mi vesto per prima e poi mi occupo delle bimbe: cambia il pannolino a Cecilia, mettile il body, la tutina e il golf, fai fare pipì a Sofia che non vuole, cambiale le mutandine, mettile la canottiera, la maglietta, i jeans, il golf, le calze e le scarpe… Poi controlla se nella borsa c’è tutto – prima o poi scriverò un post sul contenuto delle mie borse – mettiti il giaccone e la sciarpa e fai lo stesso con le bimbe, chiudi casa e chiama l’ascensore… Tutto questo con una che piagnucola da una parte e l’altra che vorrebbe portarsi dietro tutti i 10.000 giochi che ha… Risultato: io esco sempre di casa sudatissima!!! E la giornata è iniziata solo da due ore. Dopo una mattina così, al pomeriggio forse è meglio stare a giocare in casa, per la mia incolumità.

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>