Guida pratica: l’allattamento per Mamme 2.0

L’allattamento è e rimane un momento magico, che richiama un passato lontano, fatto di istinto e di calore “animale”. Ma oggi, molte di noi mamme del 2011 hanno impegni e non vogliono stravolgere la loro vita in funzione di questa pratica così meravigliosa ma così faticosa.
Quindi, come conciliare le due facce della medaglia? Come fare in modo che anche i papà di oggi, così presenti e disponibili rispetto ai loro genitori, possano rendersi e sentirsi utili?
La regola fondamentale, secondo la mia esperienza, è COLLABORAZIONE.
Nell’allattamento, il papà può collaborare – e non solo lui, ci vuole l’impegno di tutte le persone che stanno vicino alla mamma nei primi mesi di vita del bambino – rendendo l’ambiente sereno e facendo sentire la mamma aiutata e capita.
Per lasciare un po’ di tempo libero alla mamma, insegnando al bambino ad usare il biberon e permettendo al papà di prendersi cura del cucciolo, è utile surgelare il latte della mamma. Ma come?
1) Se avete molto latte e ha tendenza ad uscire da solo potete utilizzare delle conchiglie raccoglilatte: ce ne sono di molte marche in commercio, io ho usato le Avent. Si possono tenere in casa e si riempiono naturalmente di latte… L’importante è ricordarsi di svuotarle!
2) Se usate un tiralatte, una volta al giorno potete tirare la quantità di latte che desiderate – evitando di svuotare completamente il seno.
3) Raccogliete il latte in contenitori apposta – io li ho comprati in farmacia sempre della Avent – e metteteli in freezer scrivendo la data.
4) Il latte si conserva in freezer 2-3 mesi, ma bisogna sempre ricordarsi che il si tratta di un alimento che varia con la crescita del bambino, quindi il mio consiglio è usarlo nei 15-30 giorni successivi al congelamento.
5) Se raccogliete il latte durante la giornata, potete lasciarne un biberon in frigo da usare per la poppata prima della nanna, quando la mamma è stanca e il cucciolo ha bisogno di mangiare tanto per riposare di più. E’ un buon metodo per far dormire il bimbo più a lungo… Ricordatevi solo di buttare via il latte se non lo usate entro 24-36 ore!

Un ultimo consiglio per le mamme che vogliono mantenere un aspetto “umano” e avere una vita sociale normale anche se allattano: usate le coppette assorbilatte. Si mettono tra il seno e il reggiseno e assorbono il latte che esce naturalmente dal seno, permettendovi di non macchiarvi. Se le cambiate spesso potete anche allattare il bimbo senza bisogno di lavarvi il seno prima. Io ho usato la versione usa e getta ma ora ho scoperto che ne esiste una lavabile.

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

3 Comments
  1. La mia catastrofica esperienza con l’allattamento

    Mio figlio da subito ci è apparso come un neonato estremamente impaziente: anche questo aspetto caratteriale, credo, ha reso l’esperienza dell’allattamento stressante, snervante e faticosa per me e sopratutto per lui. Si scocciava subito se il latte non arrivava nella quantità che voleva, era evidente che si disperava e che non era minimamente soddisfatto del seno. In più, nei primi giorni, non mi era ben chiara la quantità giusta di latte artificiale con cui compensare l’allattamento al seno, avevo paura di ingozzarlo troppo e invece non facevo che peggiorare la situazione tra momenti stressanti, inutili risvegli in piena notte, senso di impotenza. Per me smettere l’allattamento al seno è stato una liberazione.

  2. ben detto, io ho allattato per 16 mesi tornando a lavorare dopo 4. il mio bimbo mangiava tantissimo, eppure gli ho lasciato una bella scorta di latte nel surgelatore, più lo tiravo la mattina e in ufficio e non ho mai avuto bisogno di dargli aggiunte. sono stata fortunata che avevo molto latte, è faticoso ma si può conciliare lavoro e allattamento persino nei primi mesi! e comunque le primissime settimane il papà collaborava facendo tutto lui in casa in modo da permettermi di allattare a richiesta e per tutto il tempo che voleva lui. è l’unico modo per allattare in maniera efficace, farsi tanto tanto aiutare!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>