Freelance a Torino: 5 posti con wi-fi in cui lavorare

Sono stata freelance per 6 anni, con un ufficio in casa ma con la necessità, ogni tanto, di mettere il naso fuori casa e respirare i colori della vita vera. Già, per chi scrive o comunque lavora in solitaria, il rischio di diventare un orso impigiamato è davvero elevato.

Quindi, se la routine in solitaria sta spegnendo la tua creatività, prendi il tuo portatile, truccati e vestiti. Usciamo!

Torino è piena di posticini in cui appoggiare il tuo pc e lavorare, cuffie nelle orecchie, osservando la vita che ti scorre intorno.

Murazzi Student Zone

È un’aula studio aperta al pubblico, che sorge in un luogo che ha segnato la mia gioventù (mamma mia quanto sono vechhiaaaaa!!!): il The Beach, ovvero il locale in cui nel 2000 alla consolle trovavi Boosta dei Subsonica. Murazzi, discesa a sinistra, ultimo locale.

Lì trovi tanti tavoli a tua disposizione, prese di corrente su quasi ogni tavolo, un bar e la connessione Wi-fi del Comune di Torino. Per connetterti devi avere un profilo che puoi attivare seguendo il link.

L’aula studio ha la particolarità di avere una vista strepitosa sul Po, attraverso le porte di accesso. Io cerco un posto con vista, mi metto le cuffie e mi lascio cullare dalla mia città.

Orari Murazzi Student Zone: tutti i giorni, compresa la domenica, dalle 9 alle 19.

 

Bazaaar

Bazaaar è uno dei miei locali preferiti, a Torino. Non so neppure io perché. Non ha nulla di così particolare da renderlo unico, non ha il caffè più buono di Torino né i camerieri più gentili del pianeta.

Mi rasserena, mi catapulta negli anni Settanta, con i suoi arredi e le tappezzerie. D’estate mi piace sedermi nel dehors (chi non è di Torino non sa cos’è il dehors, lo so, ma noi siamo mezzi francesi e ci piace chiamare le cose con il loro nome, anche se non italiano), in zona pedonale, in un angolo davvero torinese. D’inverno mi piace sorseggiare un tè caldo nella sala. È una delle caffetterie in cui mi piace fare riunioni di lavoro. A dire la verità non sono sicura ci sia il wi-fi, che credo di non aver mai usato.

Bazaaar è in via Stampatori 9/i a Torino.

 

MagazziniOz

magazzini-oz-torino

Nel centro di Torino, in un’atmosfera raffinata e confortevole c’è questa chicca, che se non conosci neppure noti, nella migliore tradizione torinese.

Ai MagazziniOz puoi bere favolosi tè, ma anche pranzare e cenare, lavorare e fare riunioni. Le salette sono accoglienti e c’è un mood leggero, sofisticato e magico.

Sai che ogni euro che spendi sarà reinvestito per finanziare CasaOz, il centro diurno che accoglie i bambini e le loro famiglie. Puoi usare il Wi-fi gratuito e, se proprio hai bisogno di concentrazione e silenzio, puoi sederti nella sala studio.

E nelle pause via allo shopping!

Buster’s Coffee

… quello di via Cesare Battisti. Lo so, lo so, che Buster’s Coffee è un locale da ragazzini che tagliano a scuola. Forse è proprio quella leggerezza dei 18 anni che mi ispira quando osservo i movimenti della caffetteria. Oppure a piacermi è la sensazione di essere in un fac-simile di Starbucks.

Wi-fi free, muffin e caffè americano. E una mattina di lavoro passa così. Poi esco e vado a riempirmi il cuore di riviste internazionali alla Libreria Luxemburg, proprio lì accanto.

libreria-luxemburg-torino

Teapot Tisaneria con cucina

San salvario non è tanto la mia zona. Non la amo perché la conosco poco, non sono legata a quell’area di Torino e quando la movida è iniziata io ero negli anni della primissima infanzia delle mie bambine. Ci sono andata di rado, ma un locale in particolare mi ha colpita. Entrare da Teapot è un salto nella cucina della nonna, tra il calore della stufa e il profumo dei piatti che ribollono.

 

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>