Tuo figlio non è il tuo fidanzato!

mamma

Tuo figlio non è il tuo fidanzato. Inorridisco ogni volta che apro Facebook e leggo una dichiarazione d’amore di una mamma nei confronti del proprio figlio maschio. Si passa da “l’uomo della mia vita” al “mio fidanzato”, a corredo di foto di coccole e baci. La premessa è che non ho figli maschi e che quindi questo rapporto non lo posso capire (???) ma a me ogni volta parte un brivido gelido nella schiena.

Tu sei la mamma, tu hai messo al mondo tuo figlio. Ecco, come dice Gianna Nannini “ti ho dato al mondo”, quindi è un gesto d’amore che va verso l’esterno, verso gli altri. Di riflessivo l’amore materno non ha nulla, è un amore gratuito e persino a senso unico, da un certo punto di vista. Questa è la grandezza di una donna, quella di donare la vita e lasciare andare. È appagante sentirsi ricambiate quando il tuo bambino ti dice “ti amo”. Goditelo, come io mi godo le stesse parole dette dalle mie figlie. Ma staccalo da te, taglia quel cordone ombelicale che ti rende cieca e non ti permette di preparare lui ad amare le vere donne della sua vita. Rassegnati, la donna della sua vita non sei tu – e meno male!

Crescere un figlio con la responsabilità di essere l’uomo della vita della sua mamma è ingiusto, nei suoi confronti. Non è il tuo fidanzato! Se il suo papà è il tuo compagno, lui è il tuo fidanzato. Se sei single, trovati un fidanzato, ma mai e poi mai dì una cosa del genere al tuo bambino. Mamma è colei che accoglie e spinge a uscire dal nido, che educa all’amore e al rispetto, di se stesso e delle donne. È colei che accompagna il proprio figlio nel percorso che da bambino lo farà diventare uomo. È lui che cresce, è lui che matura, ma tu devi permettergli di farlo. Non soffocarlo con il tuo troppo amore. Lavoriamo insieme, mamme di maschi e di femmine, affinché gli uomini e le donne di domani siano migliori di quello che siamo oggi. Ma ti prego, basta con “il mio fidanzato”. Neanche per scherzo.

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

4 Comments
  1. Mah…. intanto non hai un figlio maschio quindi puoi solo supporre come ti comporteresti e poi sinceramente cosa ti importa di come le altre mamme amano i loro figli? Mica chi chiama suo figlio “amore della mamma” “l uomo della mia vita” ha per forza un rapporto sentimentale disastrato o è single. Ma basta essere le prime nemiche delle altre mamme……. sai quanto ci hanno messo queste mamme a restare incinte? magari sono espressioni di affetto magari moooolto sdolcinate ma poi queste mamme lavorano ogni giorno a casa loro per fortificare l’identità e l’indipendenza dei loro figli. A me disturbi molto più tu con le lezioncine alle tue “colleghe” nella missione di crescere degli individui in una società così complicata che non delle dediche d’amore. Ci penserà la vita, le esperienze, altre donne che arriveranno a staccare mamma e figlio.

  2. Io sono bismamma di figli maschi. I miei figli sono le mie stelle del cuore, ma non sono gli amore della mia vita. Non si tratta di dare lezioni credo. Si tratta di capire che non esistono solo i figli, anche se vengono al primo posto. Credo possa succedere anche con le figlie femmine. Io non sono solo una mamma, ma anche una mamma, così come sono una donna (per prima cosa) innamorata del proprio uomo, con una vita lavorativa e sociale olltre i propri figli. Spero che le mie future nuore apprezzeranno.

  3. io sono mamma di un figlio maschio, sta per compiere 5 anni. L’ho avuto da adulta, 38 anni, una gioia infinita che si rinnova ogni giorno. La cosa più bella è che io sono la sua mamma e non voglio essere altro per lui, credo che già il mio ruolo sia pieno di ricchezza, significato e sentimento. Spesso lui mi dice “mamma quando sarò ragazzo ci sposeremo io e te” e io rispondo ” ma no io sono sposata con papà” una volta lui mi ha detto ” non importa” e io gli ho spiegato che un giorno troverà una ragazza che amerà e magari si sposeranno, io sono la mamma…e non voglio che essere questo. Una cosa sola desidero che mi ami non perchè sono solo sua madre, ma perchè sono io la sua mamma, che gli piaccia che sono io la sua mamma con tutti i ddifetti che ho. Quando lo aspettavo, quando è arrivato ho detto pienamente convinta che non diamo la vita ai figli, sono loro a darla a noi noi li mettiamo al mondo e questo significa mettere in gioco la nostra vita con tutti i rischi e le fatiche che comporta essere mamme sin dal concepimento. Mi godo questa meravigliosa benedizione. Ciao piacere di averti incontrata in rete a presto!

  4. Beh che dire…questi sono i veri problemi degli adulti di oggi e delle nostre future generazioni…IL TROPPO AMORE…io ho un figlio maschio e l’amore che provo per lui lo dimostro anche in questo modo…se fosse stato una bambina lo avrei fatto con altre parole ma lo avrei fatto comunque. Non è per questo che i bambini crescono mammoni…come se poi solo i maschi sono mammoni!!! Agli adulti di domani insegnamo a rispettare il prossimo e il loro modo di vivere e di pensare (cosa che questo articolo non fa), insegnamo agli uomoni di domani a rispettare le donne (la madre è una di quelle). Basta con stereotipi e idiozie di questo genere….

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>