Se odi il calcio devi seguire gli Europei 2016 perché…

Immagine da Tuttosport
Immagine da Tuttosport

L’Italia ha debuttato all’Europeo 2016 ieri sera. Mi immagino le vostre facce a punto interrogativo, con la boccuccia che sillaba “e chissenefrega?”. E invece dovete sapere che il calcio potrebbe piacervi, l’importante è la prospettiva da cui lo guardate.

Ammetto che una telecronaca che inizia con “Antonio Conte vuole una macchina da guerra e i giocatori sono disposti ad accontentarlo” non sia l’ideale per predisporre al meglio una ex-Barbie-girl, ma vi assicuro che di motivi per seguire l’Italia ce ne sono moltissimi.

Ho assegnato i miei personalissimi premi alla partita Italia-Belgio, che spero vi faranno venire voglia di guardare i prossimi appuntamenti, non solo per fare conversazione in ufficio:

  • Premio “Momento splatter”: The winner is Antonio Conte che si ferisce esultando per il primo gol dell’Italia (segnato da Giaccherini) e perde sangue per i restanti 60 minuti di gioco.

Schermata 2016-06-13 alle 23.58.39

  • Premio “Acconciatura del giorno”: The winner is tutta la squadra belga, quasi nessuno escluso. Se siete parrucchiere, c’è un mercato ancora inesplorato in Belgio, pensateci!
Immagine da Il fatto quotidiano
Immagine da Il fatto quotidiano
  • Premio “Invecchio male”: The winner is la coppia Marco Mazzocchi-Paola Ferrari, che vedo ogni 4 anni, ma stavolta sembra passato un decennio.
  • Premio “Fedez-de-noartri”: The winner is Nainggolan, che porello è proprio convinto di assomigliargli e s’è pure tatuato il collo, con risultati discutibili.
  • Premio “Kalos-Kai-Agathos”: The winner is Graziano Pellè, il nuovo eroe tricolore, made in Lecce, con più gel che sudore, figo più di Cristiano Ronaldo e con una girata volante che ha fatto chiudere la partita 2-0. Come non amarlo?
  • Premio “Dagli altri campi”: The winner is Bruno Cerella, promosso campione d’Italia di basket con la sua Armani Milano. Perché proprio lui? Chiedetelo a Google immagini…

 

E comunque, la morale della serata potrebbe essere: Passano gli anni, i bimbi crescono, le mamme imbiancano, i calciatori continuano a sputare.

 

Appuntamento sul mio profilo Facebook per venerdì alle 15, per seguire insieme a chi davvero ne sa di calcio Italia-Svezia. Nel frattempo, se volete rimanere aggiornate, seguite #EuroGnocchi2016 su Twitter. Aspetto le vostre segnalazioni!

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>