Esselunga e la spesa online… Che bella invenzione!

Non perdere tempo in attività a basso contenuto è l’obiettivo di tutte le mamme che hanno miliardi di cose da fare e che ogni tanto vorrebbero ritagliarsi spazi per se stesse o per i propri figli.
Faccio i salti mortali cercando di guadagnare mezz’ora e negli ultimi due anni ho ottenuto grandi risultati: stiro solo ciò che è assolutamente necessario, cerco di farmi aiutare in casa e riduco al minimo gli spostamenti inutili.

Ma dall’influenza che ho avuto ho imparato un’altra cosa: la spesa online. Risparmio un sacco di tempo: vuoi mettere non dover prendere l’auto, mettersi nel traffico, parcheggiare, prendere il carrello, girare per il supermercato, fare la coda, mettere tutto nei sacchetti, caricare la spesa in macchina, ributtarsi nel traffico, scaricare la macchina e portare tutto in casa? Come minimo ci vogliono due ore e mezza. Negli ultimi tempi a questa attività era dedicato il giovedì mattina, giorno in cui sono a casa dall’ufficio. Ma in effetti mi dispiaceva trascorrere la mattinata con Cecilia in questo modo. Facendo la spesa online, posso collegarmi in qualsiasi momento e in massimo 40 minuti la mia spesa è nel carrello. E’ vero che il giochino ha un costo di 7,90 euro, ma alla fine, a conti fatti, sono gli stessi che spendo tra macchina e tempo per andare fisicamente al supermercato. Ho acquistato tutto ciò che mi serviva, sono riuscita a evitare le 15000 cazzate che compro in più tra le corsie e pagherò con bancomat o carta al momento della consegna. Ho scelto la fascia oraria che mi faceva comodo tra quelle disponibili e ora aspetto con ansia l’incaricato alla consegna.
ah, altro dettaglio: l’acqua e i detersivi non li devo neppure trasportare… Gran soddisfazione questa spesa online…

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

3 Comments
  1. E’ bellissimo, noi la abbiamo provata, quando eravamo nella vecchia casa, terzo piano senza ascensore, e poi appena nata la principessa: sembrava sempre arrivasse Babbo Natale!! Buona giornata.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>