Dico no all’abbigliamento sciatto!

diy-winter-look-prenatal-head

Il binomio scuola-abbigliamento sciatto per i bambini mi fa inorridire. Da sempre. L’abbigliamento è il nostro biglietto da visita e dimostra il nostro approccio al luogo in cui siamo e a ciò che esso rappresenta. Per me non si tratta di una questione di forma, ma di rispetto per il luogo e l’attività che in quel luogo si svolge. Così, se le bambine vanno a scuola, cerco di insegnare loro che il look deve essere adeguato. Niente tute, niente vestiti scoloriti e sdruciti, niente abbigliamento sportivo, né nell’abbigliamento per adulti né nell’abbigliamento per bambini.

Quand’ero all’università e vedevo arrivare all’esame ragazzi in bermuda e infradito e donzelle in canotta mi veniva il nervoso, perché pensavo che non avessero rispetto per l’università, il professore, i compagni di corso.

La stessa nausea mi coglie a vedere bambini abbigliati con accozzaglie informi di vestiti, accompagnati da mamme con neanche un capello fuori posto, pronte per la passerella quotidiana.

“Ma i bambini devono stare comodi” mi è stato detto. Già, perché la comodità di un capo si valuta in base alla sua sciatteria? l’abbigliamento per bambini sciatto è comodo?

No, mie care paladine della comodità, anche questo baluardo è caduto: oggi i vestiti possono essere curati, piacevoli, divertenti, colorati, belli E anche comodi.

 

“Ma poi i vestiti si rovinano” E dunque? Non vi ricordate che i bambini crescono? In un inverno quante volte rimetterete lo stesso abbigliamento, 20? La moda è fatta per essere portata, indossata, vissuta.

Volete degli esempi?

Eccoli, i due outfit per la scuola che mi sono divertita a creare con le mie figlie in un negozio Prénatal:

diy-winter-look-prenatal

Sofia, che ama le stampe romantiche e il look sporty-chic, ha optato per un capo che è un mix tra una maglia e un vestito, in felpa di cotone, abbinato a leggings grigi e una maglia di lana old-style, che mi ricorda i golf che mi faceva a mano mia mamma. Caldo e soffice, come una carezza della mamma.

diy-winter-look-prenatal-1

Il suo look è così semplice, stra-comodo e perfetto per la scuola.

 

 

diy-winter-look-prenatal-head

Cecilia, che ha gusti più estremi, ha voluto un look da piccola fashionista, che però coniuga perfettamente l’esigenza di correre, saltare, giocare all’asilo con gli immancabili glitter e i tocchi di stile che la contraddistinguono. La personalità di mia figlia passa anche attraverso il suo modo di vestire, ormai mi è chiaro.

diy-winter-look-prenatal-3

La capsule collection di Barbie, presente nella proposta Prénatal per l’inverno 2015, è stata una sorpresa piacevolissima per me che di solito non amo le stampe con i personaggi dei cartoon. Stile essenziale black and white con sprazzi di fucsia e un design giovane e fashion. Mi piace!

 

La tuta noi la lasciamo per lo sport, in un sacco di occasioni consone allo stile sportivo – ma con gusto anche in quel caso.

0
(Visited 30 times, 1 visits today)

1 Comment

  1. Arianna 8 Nov 2015 at 17:06

    Noi andavamo a scuola con le magliette e i pantaloni smessi dei cugini, fratelli o sorelle… E siamo sempre stati rispettosi del luogo e delle persone. La cosa importante era l igiene e l educazione, ecco quelle due cose sono essenziali per il rispetto del luogo e delle persone che ti circondano. certamente delle persone che si presentano davanti ad una commissione di laurea devono farlo con un abbigliamento consono all occasione, ma quanti anni avranno queste persone?? Sicuramente più di venti! E le persone di cui si parla in questo articolo quanti ne hanno, 4? 5? 8 al massimo??? Lasciamo i bambini liberi di essere bambini per cortesia… Che noi a quell età tornavamo a casa sporchi di fango fino ai capelli ed eravamo più felici di queste nuove generazioni tristi, lobotomizzate dagli smartphone e dai social network, e tutto per colpa di genitori con la segatura nel cervello e zero valori… Sinceramente, provo dispiacere per le piccole “fashioniste “

    Reply

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *