Costolette d’agnello alla senape e timo

Il mio è un rapporto di amore e odio con l’agnello: fino a qualche tempo fa non ne tolleravo neppure l’odore, mentre oggi mi piace il suo sapore deciso, sempre che sia accompagnato da una salsa che ne esalti la particolarità togliendo “il selvatico” che lo caratterizza.

L’agnello è super-presente sulla tavola di Pasqua, presentato in mille piatti, dal più tradizionale al più fantasioso. Io ho provato una ricetta con la senape e l’aceto, che secondo me rende la carne saporita e gustosa al punto giusto.

Ingredienti (per 2 persone):

  • 8 costolette di agnello
  • 1 cucchiaio di senape
  • 1 cucchiaino di aceto balsamico
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino di timo.

In una terrina mescolate la senpae, l’olio, l’aceto e il timo, emulsionando il composto fino ad ottenere una cremina. “Impanate” le costolette nella crema e lasciate riposare per almeno mezz’ora.
Scaldate una teglia vuota in forno. Fate sgocciolare l’eccesso di salsa dalle costolette e disponetele sulla teglia rovente. Cuocete in forno a 220° per una decina di minuti.

Accompagnate con la barba dei preti o patate al forno.

0
(Visited 18 times, 1 visits today)

1 Comment

  1. Francesca 7 Mar 2013 at 16:23

    Pensa che anch’io nn ho un bel rapporto con l’agnello perchè quando lo mangio sento sempre quel sapore di selvatico che lo caratterizza!e poi al mio maritino nn piace per niente l’agnello. Ma il modo in cui l’hai fatto potrebbe essere un’idea!
    Buona giornata

    Reply

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *