Come risparmiare tempo da dedicare ai figli

I bambini ci fanno perdere un sacco di tempo. Detta così sembra una boutade – e invece purtroppo non lo è. Se penso a quante cose riuscivo a fare in un’ora prima che ci fossero le mie bimbe e lo paragono a quante ne faccio oggi, c’è da impallidire. Stare con loro a giocare o farci le coccole è l’attività che più amo, quindi potrei passare un intero pomeriggio seduta per terra con loro senza accorgermene.
Ma per ricavare il tempo da dedicare a loro, ci vuole una buona dose di organizzazione, basata su alcuni capisaldi.

Procedere per priorità

Essere mamma significa non sapere mai quanto tempo si avrà a disposizione per portare a termine le attività. Quindi è essenziale imparare a svolgere per primi i compiti più importanti/urgenti. Poi, a scalare si può continuare con tutto il resto. Un esempio? Se devo farmi la doccia, svuotare la lavatrice e scopare per terra, partirò dalla doccia, per poi stendere e infine scopare. Chiaro, no?!

Essere realistici

Come sottolinea in modo efficace Claudia Porta in La mia mamma sta con me, è inutile darsi 1.000 tasks in un giorno quando si hanno solo due ore a disposizione. Non ce la faremo e a fine giornata ci sentiremo frustrate. Meglio scegliere un numero fattibile di attività.

Accorpare le attività

Se abbiamo un maglioncino di lana da lavare, aspettiamo a lavarlo a mano quando ne avremo alcuni altri: useremo lo stesso detersivo, risparmiando e inquinando meno, e ci metteremo meno tempo.
Anche con i bambini si può applicare la stessa regola: dobbiamo fare il bagnetto? Trasformiamoci in una catena di montaggio e laviamo tutti i bambini. Se non fa freddo li possiamo mettere sotto la doccia insieme, altrimenti possiamo, con l’aiuto di un altro adulto, farci passare un bambino per volta, lavarlo e farlo asciugare. Risparmio di tempo assicurato!

 Non stirare

Quanti panni da lavare si accumulano in una famiglia di 4 persone? Una marea! E quanto tempo perderei se dovessi stirare tutto? Ore e ore. Energia elettrica e tempo risparmiato se il ferro da stiro rimane nell’armadio e pieghiamo con cura i panni asciutti prima di metterli nell’armadio. Eccezione solo per le camicie – non si può fare diversamente con quelle! Come fare? Ce lo spiega Baby Green.

 Organizzare i pasti in anticipo

Avere una buona organizzazione per l’alimentazione della famiglia è di aiuto nel risparmio di tempo e di soldi. Stilare in anticipo il piano alimentare della settimana ci farà mangiare meglio, fare la spesa spendendo meno e cucinare quando ne abbiamo il tempo.

Pianificare la spesa

Evitare i supermercati nei momenti di maggiore ressa, sfruttando gli orari serali o facendo la spesa online è un modo per risparmiare tempo in code e non stressarsi per aver incontrato persone arroganti.

 Cucinare in abbondanza

Preparare il doppio del cibo di quello che serve per la cena e surgelare l’eccedenza è un buon modo per risparmiare tempo e trovarsi la cena pronta quando si ha fretta. Surgelare le monoporzioni ci permetterà di scongelare man mano, a seconda di quante persone mangeranno.

Con questi piccoli stratagemmi avremo più tempo da trascorrere con i bimbi, per giocare o riempirli di coccole. Non è magnifico?!

E voi come siete organizzate?

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

2 Comments
  1. Io sono una mamma piuttosto organizzata, parola d’ordine ottimizzare. Lavorando un giorno si e uno no, fine settimana compresi, mi devo portare avanti nel giorno in cui sono a casa, sia con le pulizie, che con i panni lavati e stirati e col mangiare, che lascio pronto x chi è a casa. Quando lavoro esco alle 8 e rientro alle 23, quindi nn ho tempo x fare nulla.

  2. il mio punto debole è la preparazione dei pasti, non mi piace prepararli in anticipo o surgelarli e questo mi sega un po’ le gambe in fatto di organizzazione e ottimizzazione dei tempi… ci rifletterò. Sullo stiro: parole sante, non mi stancherò mai di dire che il tempo passato stirando è letteralmente buttato via, una vera fatica di Sisifo. Stiro solo le camicie (ma recentemente ho scoperto le no-stiro che richiedono giusto un ritocco di 5 minuti – anche meno).

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>