#MammaImaginarium: Il primo giorno di prima elementare
A Sofia brillano gli occhi al solo nominare il "primo giorno della prima elementare"....
In città senza figli, in coppia
Come sapete se mi seguite sui social, da 10 giorni Il Maritino ed io siamo soli in...

Come organizzare un Battesimo in casa

Primavera, stagione di Battesimi, Comunioni e Cresime. Cerimonie importanti per chi crede, da festeggiare in famiglia con le persone care vicino. Ma quanto costa organizzare un ricevimento per una cinquantina di persone? In periodo di crisi, per molti di noi i festeggiamenti in grande stile sono impossibili da realizzare. Ma non perdiamoci d’animo, la festa potrà essere riuscitissima anche con un budget limitato. La nostra casa – o quella di una coppia di nonni volenterosi – può essere la location ideale per ospitare il ricevimento per il battesimo del nostro bambino. Vediamo come fare.

Il Battesimo di Sofia è stato fatto qui in casa nostra. Eravamo circa 30 persone ed, essendo lei la prima bambina della famiglia, non c’erano bimbi da gestire. Semplificazione ulteriore… Ma vediamo passo passo come mi sono organizzata.

La pianificazione del Battesimo

Di solito i battesimi vengono pianificati dai parroci con largo anticipo. Questo ci permetterà di avere un po’ di tempo per gestire tutti gli aspetti della giornata:

  • Scelta della location;
  • Lista degli invitati – tenete conto della capienza massima del luogo che scegliete, in modo da non essere “uno sopra l’altro”. Ecco una lista degli invitati da scaricare, stampare e compilare;
  • Scelta del tipo di ricevimento da fare: merenda, aperitivo, pranzo o cena? La soluzione più semplice è una merenda o un aperitivo, a seconda dell’ora della celebrazione;
  • Suddivisione degli spazi;
  • Creazione del menù.

La scelta della location

Se avete a disposizione una casa con un bel terrazzo o un giardino, nel periodo primaverile potrebbe essere di grande aiuto. Ma non basatevi solo su quello. Infatti, se il giorno del battesimo dovesse piovere, dovrete avere uno spazio interno sufficiente per ospitare tutti.
Per circa 30 persone bastano 2 stanze grosse. Non fate l’errore di scegliere un luogo con una unica stanzona enorme, l’effetto claustrofobico è assicurato.

La lista degli invitati

Partite da una prima lista in cui inserite tutti coloro che vorreste/dovreste invitare. Passate poi ad eliminare invitati fino a raggiungere il numero massimo che vi siete prefissati. Tenete conto che circa il 10% delle persone che invitate non parteciperà. Con che criterio scegliere? Questo è un punto molto personale, io credo che sia importante che quel giorno ci siano le persone che sono state accanto a voi e al bambino nel periodo della sua vita. Preferisco rinunciare alle famiglie allargate – a costo di dover difendere le mie decisioni con genitori e suoceri – per lasciar posto ad amici intimi. Tenete presente che in casa, per quanto grande sia, non potrete ospitare più di 40-50 persone.

La scelta del tipo di festa

Tutto dipende dall’ora in cui si terrà la cerimonia religiosa. Generalmente i battesimi sono alle 16, quindi potete optare per un aperitivo – o merenda sinoira come si chiama in Piemonte – a buffet. Evitate le cene o i pranzi da seduti perché sono troppo faticosi per voi e noiosi per gli invitati. Meglio un buffet in piedi, che permette ai vostri ospiti di socializzare.

La suddivisione degli spazi

Fate in modo di creare due spazi distinti, in cui posizionare due tavoli da buffet. Metterete su entrambi le stesse cose e darete così la possibilità agli ospiti di servirsi in entrambe le stanze. Nella stanza più grande dovrete posizionare anche un tavolo per le bevande, distinto da quello del cibo.
Spostate tutti i mobili che occupano spazio al centro della stanza e cercate di mettere il maggior numero di sedie. Fatelo però lungo le pareti e lasciate molto spazio libero.
Se avete tanti ospiti anziani o bambini, cercate di ricavare alcuni posti ad un tavolo, in modo che le persone che potrebbero avere difficoltà a mangiare senza appoggiarsi non si sentano a disagio.

Un esempio di disposizione di tavoli e sedie

La creazione del menù

Il finger food è di grande aiuto a chi deve organizzare un evento a buffet. Per il battesimo del vostro bambino scegliete piatti che potete preparare in anticipo, magari anche surgelare, e impiattare prima di andare in Chiesa. Fatevi aiutare da mamme, sorelle, zie e chi più più ne metta, affidando ad ognuna la preparazione del proprio cavallo di battaglia, sempre che sia semplice da mangiare, possibilmente con le mani.
Alcuni suggerimenti:

Il buffet sarà allestito subito con i piatti salati freddi, poi potrete servire i piatti caldi e da ultimo, dopo aver tolto tutto il resto, portate la torta e il buffet dei dolci.
Createvi una griglia su cui scrivete tutti i piatti che andranno preparati e a fianco chi li farà. Da questo elenco sarà più facile tenere sotto controllo la situazione.

Il post continua… Nel prossimo articolo parleremo di vestiti, bomboniere, vini, decorazioni, spesa e organizzazione della festa.

Commenti

  1. Post utilissimo!!!

Lascia il tuo commento

*