Come fare l’orto in verticale sul balcone

Non so voi, ma per me aprile segna l’inizio della voglia sfrenata di natura. Proprio in primavera mi manca il contatto con la natura, mi manca uno spazio all’aperto in cui trascorrere qualche ora al giorno, in cui coltivare fiori e ortaggi.
Così ho deciso di crearmi un piccolo angolo verde sul mio piccolo balcone con l’aiuto de Il Maritino, che è l’unico con il pollice verde in casa!
Viste le scarsissime dimensioni del nostro terrazzino, l’unica alternativa possibile è usare il muro della casa, creando un giardino vericale.
Abbiamo poi deciso di realizzare un orto sul balcone, al posto dei soliti fiori. Vorremmo infatti che le nostre bambine avessero la possibilità di osservare in prima persona come nascono le verdure che poi trovano nel loro piatto. Impresa titanica visti gli spazi angusti? Forse, ma intanto mi sono documentata e condivido con voi le idee per realizzare orti e giardini in verticale.

Per vedere i dettagli, clicca qui

Il progetto che mi convince di più e che vorrei realizzare è fatto con un sistema di grondaie ancorate al muro. Come fare: una o più grondaie, anche di riciclo purché non bucate, devono essere fissate alla parete. Dopo aver riempito le grondaie per metà con terriccio, aggiungere del fertilizzante e ricoprire con altro terriccio fino al completo riempimento. A questo punto occorre seminare.
Bisogna fare attenzione all’esposizione: se la parete che volete utilizzare è esposta al sole, le radici delle piantine potrebbero essere bruciate dal calore provocato dal metallo surriscaldato. Può quindi essere una soluzione ideale per pareti all’ombra o in zone fredde.

Un’idea divertente ed eco è rappresentata dall’orto in bottiglia. Come spiega bene Blogeko, su cui ho letto il progetto, bisogna tappare le bottiglie di plastica e tagliarle. Poi far scendere dei fili di metallo in verticale e, seguendo le istruzioni del sito, fissare le bottiglie. Ora non resta che riempirle di terriccio e seminare.

Per i dettagli, clicca qui

Tanti barattoli dipinti con i vostri colori preferiti. Anche in questo caso i recipienti possono essere di riciclo: i barattoli della passata di pomodoro, per esempio. E’ sufficiente staccare l’etichetta di carta e dipingerli. Poi bisogna bucarli con il trapano e fissarli a dei ganci che avrete messo alla parete. Infine, terriccio e semina.

Dalla Svezia arriva infine l’idea di riciclare i sacchi per la spazzatura e usarli come delle piccole montagnole su cui far crescere piantine e ortaggi. Il progetto è un po’ più complesso dei precedenti e occupa più spazio, quindi l’ho abbandonato. Ma se volete saperne di più, cliccate qui.

Appena avrò del tempo a disposizione realizzerò il mio orto verticale che spero di mostrarvi spesso…

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

2 Comments
  1. Bella idea, anche a me piacerebbe realizzare una cosa simile, ma ho ancora un sacco di altre cose da sistemare nella casa nuova, ma se ci riesco ti faccio sapere!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>