Benvenuto 2018: un rito emozionale per accogliere l’anno nuovo

Lettera al 2018Benvenuto 2018 e Buon Anno a tutti voi!

Il 2018 è iniziato carico di aspettative, desideri, progetti, intenzioni e tensioni verso un anno nuovo, che si vive come un nuovo inizio, come una rivincita.

Un nuovo anno è anche un inevitabile tirare le somma e salutare gioiosamente l’anno che se ne va, che improvvisamente diventa peggiore, sicuramente di quello che sta arrivando.

In questa dinamica collettiva di segnare la nuova linea di partenza, tu come ti poni?

Ti tagli fuori e abbandoni ogni pronostico astrologico o intenzionale oppure stili liste infinite di vorrei, potrei, devo e soprattutto voglio?

Benvenuto 2018: come suggellare questo nuovo passaggio?

Noi abbiamo pensato a creare un rito di saluto sereno e pacifico all’anno che si è concluso e di benvenuto entusiasta e carico all’anno che ha bussato da pochi giorni.

Suggellare ogni passaggio importante con un rito è un bisogno primitivo dell’essere umano.

Cara me del 2017 cosa salvi di bello e cosa vuoi ricordare di fortemente tuo e cosa invece sogni, ti proponi o dissacratantemente non ti proponi?

Una lettera da comporre in un momento ispirato, magari con la playlist Spotify più giusta che potrebbe essere questa di Alice, aka A Gipsy in the Kitchen o questa “Davanti al camino”.

Un foglio bianco e nero che puoi anche colorare se ti va e che non dovrai aprire se non la notte del 31.12.2018, passata la mezzanotte, il brindisi e il trenino casalingo o viaggiante o notturno che sia!

Benvenuto 2018: come?

Da un lato fai aria alle stanze del tuo cuore e ti lasci andare e sogni…sogna forte, osa, spingiti nei sogni, fa che siano desideri prepotenti ed imperanti.

Guardati con tenerezza e proponiti ciò che credi renderebbe la tua vita più vicina alla dimensione in equilibrio che perdutamente cerchi.

Infine, sorriditi allo specchio e fai spallucce e conserva quello che di te è più istintivo, più viscerale e non proporti nulla se non ascoltarti e lasciarti vivere, respira e credici, credici tanto.

Dall’altro lato ripercorri e segna emotivamente che canzone ha accompagnato i tuoi giorni e che non vuoi perdere, che vuoi portare con te; il film che ti ha segnata di più, può essere una serie se anche tu non potresti vivere più senza Netflix ed infine il colore che hai sentito più tuo, che ti ha raccontato meglio e che hai indossato di più.

Se non guardi serie o film, sostituisci con un libro oppure aggiungilo.

Questo lato della lettera e quindi di te, è stato il tuo habitat emozionale, abbine cura e fanne scorta, accumula il senso anno per anno.

Cosa fare:

Ora siediti, accendi la playlist e se vuoi proprio esagerare una candela alla cera di soia e scriviti questa lettera.

Vedrai sarà emozionante ritrovarti dopo un anno e scoprire a che punto sei, quanto è cambiato e quanto di te c’è ancora e come.

Non dimenticarti di firmare!

Regala questa lettera anche a chi più ami e che sai ritroverai, sempre e comunque!

Scarica il nostro free printable cliccando sull’immagine e proiettati, ricorda che chi osa, vince!

Ora richiudilo e scrivici sopra ” Don’t open until 31.12.2018 “ e riponi in un posto dove sai che lo ritroverai di sicuro…ad esempio nel cassetto dell’intimo rosso da Capodanno…vedrai come ti emozionerai!

 

 

Sara

 

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>