Bambini in vacanza con i nonni – istruzioni per l’uso

Sofia, come molti suoi coetanei nel mese di luglio, è partita per il mare con I Nonni. Felicissima per questa esperienza “diversa”, ci ha salutati entusiasta.
Per far partire i bambini tranquilli, ma soprattutto per evitare che piccole dimenticanze rendano la vacanza difficile da gestire per i nonni, ecco qualche suggerimento:

  • lasciare ai bambini la scelta: “vuoi andare al mare con i nonni?” mi sembra una domanda indispensabile per evitare di imporre loro decisioni che non condividono;
  • preparare insieme la valigia, cedendo se vogliono portare proprio quella maglietta che a noi non piace proprio;
  • spiegare con calma quanti giorni staranno lontano da noi, magari usando come metro di misurazione del tempo le “nanne lunghe”;
  • fornire ai nonni un kit di medicine che copra tutti i possibili piccoli malanni;
  • consegnare insieme ai bambini che ancora hanno il ciuccio anche un ciuccio di ricambio nel caso in cui venga perso;
  • dare ai nonni la carta d’identità e il codice fiscale/tessera sanitaria dei bambini; in caso di viaggi all’estero, compilare la dichiarazione di accompagno;
  • seguire i consigli di Macheddavero su Piccolini: io ieri ho prestato a Sofia uno dei miei braccialetti e lei mi ha promesso di restituirmelo quando ci vedremo di nuovo.

Detto ciò, mi rendo conto che è difficile lasciar andare i bambini in vacanza mentre noi siamo ancora in città. Credo, però, che sia una tappa fondamentale nella crescita dei piccoli, che si staccano da mamma e papà per rapportarsi, da soli e in autonomia, con altri adulti. E poi, ho dei ricordi magnifici delle mie vacanze con i nonni. Per nulla al mondo priverei le mie figlie di questo privilegio!

E voi, come vi regolate con le vacanze con i nonni? Lasciate andare i vostri bambini? Quali sono i vostri “trucchi”?

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

7 Comments
  1. non mi fiderei mai a lasciare mio figlio fuori casa con i nonni… mi rendo conto che il mio commento suona brutto. Mio marito ed io preferiamo che il bimbo vada a casa loro a giocare ma che non lo portino in giro.
    Mio figlio è molto vivace e il loro modo di sottovalutare i pericoli ci inquieta un po’….

  2. Il prossimo anno mio figlio avrà 20 mesi e i mii genitori si sono già proposti di tenerlo per un mese. Loro vivono in sardegna, noi a Milano. Ho detto che si vedrà il prossimo anno, ma mi sembra una bellissima occasione per entrambi.
    Solo che..non sarà troppo piccolo? Quanti anni ha la tua?

  3. @Marina, capisco molto bene anche il tuo punto di vista: se non mi fidassi ciecamente di mia mamma non la lascerei mai andare!

    @Thesunmother mia figlia ha 4 anni ed è già stata in Sardegna con i nonni l’anno scorso. Io però non la lascia più di una settimana, ho paura che di più sarebbe eccessivo a quell’età.

  4. Io semplicemente non li lascerei andare in un luogo talmente lontano da non poter essere raggiunto in max 2 ore. Non si sa mai.
    Inoltre anche i nonni hanno diritto alle vacanze e non gli rifilerei una responsabilità del genere e nemmeno una faticaccia del genere.
    Insomma, io me li sono fatti ed è mia responsabilità gestirmeli.
    E i nonni hanno diritto al riposo.

    Odette

  5. Benvenuta Odette! Parlo per me, mi rendo conto che si tratta di un argomento davvero personale: io mi fido ciecamente della mia mamma – che tra l’altro è molto giovane – ed è l’unica persona a cui affido le mie bambine senza pormi problemi. Lei ha sempre la situazione sotto controllo e io tengo a bada la mia ansia per far sì che il loro rapporto si arricchisca anche di queste esperienze in autonomia. E non sono io a chiedere ai miei di portare con sé Sofia, sono loro a chiedermelo.

  6. Cri sono assolutamente d’accordo com te. La tua omonima andrà via x una settimana con i nonni x la prima volta. Di piú sarebbe troppo… per me naturalmente. Ma è un’esperienza da fare. Io non ho avuto modo di farlo da piccola e un po’ mi dispiace. E un modo x creare un rapporto esclusivo che sicuramente arricchisce entrambi. Gina

  7. Ognuno di noi ha un’esperienza personal e sono d’accordo, tuttavia per giovane che sia la tua mamma avrà almeno 55 anni… e il tuo papà quanti ne ha? Quanto partecipa alla gestione delle bimbe? Su quale dei nonni ricade di piu’ il peso di questo accudimento?
    Io ho notato i segni di fatica in mia madre quando mi teneva i figli anche se lei tentava di nascondermeli.
    Chiaramente se se ne occupano per non piu’ di una settimana è diverso, io parlo di tempistiche piu’ lunghe.
    Invecchiando la fatica si smaltisce molto lentamente.
    Buone vacanze, anche a te.

    Odette

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>