Alimentazione in gravidanza: cosa mangiare

alimentazione-in-gravidanza

Una volta si diceva che una donna incinta dovesse mangiare per due. Con le nuove conoscenze in termini di alimentazione e fabbisogno energetico, si sa invece che la dieta in gravidanza deve prevedere circa 200 KCal in più rispetto ai periodi di vita “normali”, in particolare nel secondo e nel terzo trimestre di gravidanza.

Le necessità di crescita del feto, però, richiedono l’apporto giornaliero di alcune vitamine e principi nutritivi.

Dal primo mese di gravidanza, è necessario che si cambi l’alimentazione, tenendo presente che tutto quello che viene ingerito passa attraverso la placenta e va a nutrire anche il feto. Per questo motivo, l’alimentazione in gravidanza deve essere varia e sana.

L’aumento di peso alla fine della gravidanza non dovrebbe superare gli 11-12 Kg, anche se ogni gravidanza è a sé e ogni donna ha una storia e un peso di partenza di cui bisogna tenere presente.

Frutta e verdura in gravidanza

La verdura va consumata ogni giorno, in gravidanza, sia a pranzo che a cena. Si può mangiare sia cotta che cruda, prediligendo cotture leggere. Per le verdure crude è necessario che la donna incinta mangi solo verdure crude disinfettate, nel caso in cui non sia immune alla toxoplasmosi.

La frutta apporta vitamine e minerali fondamentali per la crescita del feto, ma contiene anche molti zuccheri. Bisogna che durante i nove mesi di gestazione non se ne faccia un abuso. La frutta che non viene sbucciata deve essere lavata con i disinfettanti alimentari per evitare rischi di toxoplasmosi.

Proteine in gravidanza

Ogni giorno sono necessarie 2-3 porzioni di alimenti ricchi di proteine. Tra questi, sono da preferire:

  1. il pesce, ottimo alleato della dieta in gravidanza, ha un basso contenuto di grassi e un alto contenuto di vitamine e Omega 3. Il pesce va consumato cotto, per scongiurare la contaminazione da bacilli quali l’epatite.
  2. la carne, sia bianca che rossa, scegliendo tagli poco grassi. La carne va consumata ben cotta, per evitare la toxoplasmosi.
  3. le uova, che vanno consumate cotte, per evitare la toxoplasmosi e altre infezioni. Due uova la settimana sono la dose raccomandata, se non ci sono problemi di colesterolo.
  4. i legumi, che hanno un apporto di proteine pari a carne e pesce. Sono da abbinare ai cereali, quindi perfetto un pasto in gravidanza formato da un piatto di pasta e fagioli, per esempio.
  5. i latticini, che apportano non solo proteine ma anche vitamina D e calcio, indispensabili per la formazione dello scheletro del feto. Cercate di scegliere latticini light, come il latte parzialmente scremato e gli yogurt light. Attenzione a non esagerare con gli zuccheri contenuti negli yogurt e nei formaggi freschi.

Carboidrati in gravidanza

I carboidrati complessi, presenti nella pasta, nel pane e nel riso integrali, nelle patate e nei legumi sono alleati dell’energia in gravidanza. Hanno un lento rilascio energetico che aiuta a mantenere alto il livello di attenzione e di forma fisica. Non bisogna consumare troppi carboidrati ed evitare i carboidrati semplici.

Bevande in gravidanza

Bere tanta acqua è un must della dieta in gravidanza.

Caffè e tè si possono bere, senza esagerare, una volta al giorno, per evitare di trasmettere al feto la caffeina, che è un eccitante.

 

Se a questi consigli di alimentazione in gravidanza aggiungete una costante e soft attività fisica, manterrete un’ottima forma fisica durante tutta la gravidanza e l’energia non vi mancherà.

Quest’articolo non sostituisce un parere medico e non ha alcuna rilevanza scientifica.

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>