I miei 4 rossetti mat preferiti +1 che proprio no

Se mi segui da tempo, sai che ormai sono dipendente dai rossetti rossi. Da quando però sono uscite le tinte labbra opache, la mia vita è cambiata. Il rossetto rosso, infatti, va applicato alla perfezione e non deve MAI risultare sbavato né rovinato. Quindi, prima di scoprire i rossetti mat portavo sempre con me il kit per il ritocco del trucco e controllavo spesso che la mia bocca fosse sempre rossa e lucida.

Con le tinte opache, invece, so che posso passare anche una giornata intera a ridere, parlare, mangiare e bere e il rossetto resta impeccabile. O meglio, questa è la promessa, poi bisogna vedere marca per marca se la promessa è mantenuta.

Ma partiamo dalle basi.

Come si applica il rossetto mat

La tinta, a differenza dei rossetti e dei gloss, ha la tendenza a seccare le labbra. È quindi fondamentale che la pelle sia idratata quando si applica il rossetto mat. Quindi, usa regolarmente il burro cacao e, ogni tanto, fai una maschera idratante alle labbra.

Per avere delle labbra perfette con la tinta opaca, metti la matita labbra abbinata al colore che scegli come rossetto. Disegna il contorno, poi riempi le labbra.

Applica poi un primer labbra. Io uso quello di MAC: il PREP + PRIME LIP, che leviga e idrata le labbra, facendo in modo che il rossetto “si attacchi” meglio e duri di più.

A questo punto, è il momento di colorare. Io uso l’applicatore del rossetto liquido, che permette di essere precise. Do due passate, per rendere il colore intenso e definito. Lascio asciugare e tengo in borsa un burro cacao da applicare in caso di troppa secchezza delle labbra.

I miei 4 rossetti mat preferiti

#4 Sephora Cream Lip Stain

Abbastanza facile da stendere, il colore è coprente e la texture piacevole. Non lascia stampi su tazzine e bicchieri – che per me è importante.

Ho il colore 01 – Always red, perfetto per le bionde come me :-).

Non è tanto resistente, nel senso che dopo alcune ore di chiacchiere, risate e pranzo necessita di un ritocco.

Ci sono moltissimi colori, persino troppi.

 

#3 Kat Von D Everlasting Liquid Lipstick

È stato il primo rossetto mat che ho comprato e di cui mi sono innamorata, poche settimane dopo che il brand Kat Von D era sbarcato in Italia ormai più di un anno e mezzo fa.

Ciò che amo di più di questa tinta labbra è l’applicatore, precisissimo. Il rossetto ha texture e profumo piacevolissimi. Il prodotto è compatto e copre bene. Sulla durata si potrebbe fare di più. Lascia lo stampo su bicchieri e tazze, purtroppo.

Ho il colore LOLITA II, un terracotta caldo e tendente al nude. Lo indosso tutti i giorni, quando voglio che le mie labbra si notino ma non siano il punto centrale del mio trucco.

 

#2 MAC Retro Matte Liquid Lipcolour

È stato il mio rossetto liquido preferito per un anno. Poi la pole position è stata strappata da quello che secondo me è la Ferrari dei rossetti mat.

È in assoluto la tinta labbra più resistente che abbia mai provato. Secca parecchio le labbra e, se si esagera con le quantità, lascia lo stampo.

Alla secchezza si può ovviare con un po’ di burro cacao, anche se ovviamente a quel punto si riduce la durata.

Ne ho tre: il DANCE WITH ME – il più bel rosso che abbia mai trovato, il METALLIC ROSE e il QUEEN’s VIOLET – pieno di perle iridescenti, un colore davvero particolare.

 

#1 HUDA BEAUTY Liquid Matte

Ero a Milano giovedì. Sono passata da Sephora in Stazione Centrale, decisa a comprare ancora un rossetto mat per scriverne in questo post. Mi sono lasciata consigliare dalla commessa, anche se ero orientata proprio verso HUDA BEAUTY.

È stato amore alla prima passata! Ha un profumo idilliaco, una texture morbida e confortevole, le labbra non si seccano eccessivamente e la durata è pazzesca. Purtroppo il colore che bramo, HEARTBREAKER, non l’ho ancora trovato perché era esaurito ma mi sono buttata su un tenue MUSE che posso usare ogni giorno.

 

E infine…

Il rossetto mat che è meglio non comprare

Chanel Rouge Allure

Che delusione! È il rossetto liquido più caro di tutta questa selezione, quello che mi ha fatta più felice quando l’ho comprato. E invece, è stata la delusione più grande.

È un rossetto con una texture che potrei definire polverosa, molto piacevole sulle labbra appena messo. L’applicatore è parecchio scomodo, perché integrato nella confezione e quindi di difficile dosaggio. Per chi come me non ama usare pennellini per stendere il rossetto, diventa complicato. Poi la durata è davvero limitata: dopo due ore necessita urgentemente di ritocchi. Infine, rimane stampato su bicchieri e tazze e si sbava facilmente.

Il colore, 958 Voluptè, è un bellissimo e ultra-classico rosso Chanel, che però rimane quasi sbiadito sulle labbra.

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>