20 consigli per organizzare una vacanza con i bambini

viaggio-con-bambiniTi svelo un segreto: organizzare una vacanza con i bambini non solo è fattibile, ma è anche divertente! Anni di esperienza (ormai sono 9…) e viaggi a corto, medio e lungo raggio mi hanno fatto imparare ciò che è davvero importante tener presente quando si organizza una vacanza per la famiglia. Si sa che l’ansia fa diventare dei maniaci del controllo, ma con questi 20 consigli non sarà più necessario avere sotto controllo qualunque aspetto.

Fallo e basta!

Continuare a pensarci, pianificare, ipotizzare un viaggio con i bambini la fa sembrare un’esperienza insormontabile. Smetti di pensarci e fallo, sarà indimenticabile!

Viaggia leggero, ma non dimenticare gli essenziali

Vorresti portarti dietro la casa? Non farlo. A meno che la tua destinazione sia la Foresta Amazzonica, troverai i prodotti per la cura del bimbo anche una volta arrivata. Potrai comprare sul posto, evitando di sovraccaricare la valigia. Ricorda però di portare con te i prodotti che pensi che non troverai e di cui i bimbi hanno necessità. Di cosa parlo? Medicine, l’orsetto della nanna, il libro preferito…

Controlla i documenti

Controlla la validità dei passaporti, informati sui documenti necessari per raggiungere la tua destinazione e su eventuali pratiche burocratiche da espletare. Il rischio di far saltare il viaggio per una leggerezza è un assoluto no!

Vaccina!

Questo vale sempre, ma ancor di più per i viaggi in zone a rischio. Informati alla ASL sulle vaccinazioni e profilassi consigliate per l’area del tuo viaggio, sia per te che per i bambini. Alcuni vaccini devono essere inoculati con mesi di anticipo, quindi parti per tempo.

Fai un bagaglio a mano a prova di lost baggage

Se viaggi in aereo, tieni nel bagaglio a mano l’occorrente per i primi due giorni di vacanza. Se dovessi perdere la valigia, sarai tranquilla per qualche giorno e avrai tempo di organizzarti.

Valuta soluzioni alternative

Un viaggio in treno o in autobus può essere un’alternativa avventurosa al solito volo aereo, che può assorbire buona parte del budget per la vacanza.

Per la sistemazione, hai valutato lo scambio di casa o il couchsurfing? Essere ospitati da una famiglia può diventare un’esperienza arricchente ancor più del viaggio stesso per tutti, bimbi compresi!

E se il camper fosse una scoperta sensazionale per tutti? E la tenda un amore a prima vista inaspettato?

Insomma, valuta, cerca, non chiudere opzioni di viaggio con i bambini a priori. La strada meno battuta potrebbe essere la migliore, per la tua famiglia.

Hotel o appartamento: a ognuno il suo

Sei un tipo da “vacanza è dover solo pensare a quello che indosserò stasera”? Senza dubbio l’hotel o il villaggio ti permette di lasciarti coccolare e trovare i pasti pronti per tutta la famiglia.

I tuoi bimbi cenano alle 17:30? Il più piccolo non si addormenta senza il latte caldo delle 23:30? L’appartamento ti lascia la libertà di decidere orari, gestire i pasti e la nanna nel modo più flessibile possibile.

Analizza le tue esigenze e decidi sulla base di quelle.

Kids club o parcheggio per bambini?

Leggi le recensioni online per evitare sorprese. Vale per tutto il viaggio, ma soprattutto per la struttura che ospiterà i bimbi mentre tu ti rosolerai al sole. Sapere che i bimbi stanno ore davanti alla tv anche su un’isola tropicale, ad aspettare che mamma e papà arrivino a prenderli, potrebbe farti cambiare destinazione. L’importante è informarsi prima di partire e ancor più di prenotare.

Fai una ricerca sulla tua destinazione

Soprattutto se stai pianificando una vacanza in un Paese lontano, è importante sapere se ci sono limitazioni, se allattare in pubblico è ritenuto consono, se bisogna coprirsi le gambe per rispetto…

Porta le informazioni con te

Porta con te le informazioni che hai selezionato e che pensi ti potranno essere utili con link, numeri di telefono e riferimenti. Fai una nota sul cellulare o mandati una mail con tutto ben schematizzato. Questo tip è utile soprattutto per viaggi all’estero, quando l’accesso ai dati del cellulare è limitato ai wi-fi che troverai.

Non restare a corto di cibo

Che sia il viaggio di due ore in auto o un volo intercontinentale di 23 ore, poco cambia. Arriverà un momento in cui il tuo bambino ti dirà, con la voce tremolante, pronto ad esplodere in un fragoroso pianto “ho fame/sete, non resisto più”. Devi farti trovare pronta e sfoderare panino al salame o omogeneizzato a seconda dell’età. Premio mamma dell’anno pronto per te!

Viaggia comodo

In aereo un bambino che dorme è una benedizione per tutti i viaggiatori. Se riesci, programma i voli in orario serale: all’arrivo il bimbo sarà riposato… e anche tutto il resto dell’aereo! Scegli soluzioni con voli diretti e non troppi scali.

Se viaggi in treno, verifica la possibilità di avere una cuccetta notturna. Se ti muovi in traghetto, la cabina può essere la svolta per rendere anche le ore in nave una parte piacevole della vacanza.

Insomma, viaggia comodo e goditi il viaggio!

Fai il check-in online

Riduci il più possibile i tempi di attesa. Quando possibile, disbriga le pratiche da casa, come per il check-in, che può essere fatto online riducendo le ore di anticipo con cui presentarti in aeroporto.

Fai un itinerario baby-friendly

Il viaggio on the road è pura scoperta per tutti, adulti e bambini. Ti permette di vivere la località che hai scelto per le tue vacanze, percorrere ampie aree e alternare mare, montagna, città, parchi e tutto ciò che desideri esplorare. Ricorda, però, che viaggiare in auto con i bimbi richiede qualche accortezza:

  • prevedi tappe brevi
  • proponi ai bimbi giochi da viaggio da fare insieme: risate garantite!
  • tieni sempre a portata di mano acqua e viveri: una coda improvvisa o un tratto di strada senza servizi sarà affrontabile senza lacrime.

Passeggino sì o no?

Se prevedi lunghe passeggiate e tuo figlio dopo 5 minuti inizia a lamentarsi, è il caso di portare con te il passeggino. Se non vuoi portarlo con te, puoi verificare se nella città in cui alloggerai sono disponibili dei servizi di noleggio passeggini.

Lascia spazio all’improvvisazione

A volte tendiamo a voler organizzare ogni istante della vacanza, prenotando con anticipo anche le attività da svolgere ogni giorno. Se da un lato è importante prenotare le attrazioni per le quali si prevede coda, dall’altro lascia spazio all’improvvisazione. Le cose più belle, di solito, sono quelle che non avevi previsto.

Fatti aiutare

Se viaggi da sola con i bambini potresti aver bisogno di aiuto. Chiedi alle persone intorno a te se ti danno una mano e informati su eventuali agevolazioni per gli adulti che viaggiano soli con bimbi.

Per i viaggi in aereo, per esempio, alcune compagnie prevedono un’assistenza dedicata a chi viaggia solo con più di un bambino.

Mantieni la calma

Capiterà la scenata isterica nel peggior momento che potessi immaginare, ne sono sicura. Mantieni la calma e la fermezza, e la scena da L’Esorcista si esaurirà in breve… o forse no, ma perdere le staffe non ti aiuterà comunque.

Condividi l’esperienza di viaggio con i tuoi figli

Racconta cosa state per vedere, mostra ai bambini il percorso che state percorrendo su una mappa, spiega perché siete fermi alla dogana. In poche parole, fai vivere anche ai più piccoli l’esperienza del viaggio.

Goditela!

Hai pensato a tutto, pianificato, fatto i bagagli, prenotato. Adesso non ti resta che rilassarti e goderti la più bella vacanza della tua vita, fino alla prossima vacanza.

 

Consiglio extra: segui la pagina Facebook Acutil Donna, in cui troverai suggerimenti pratici e divertenti anche quando tornerai dalla magnifica vacanza!

Cristiana

Innamorata della vita, entusiasta per natura, ottimista fino al midollo e testarda come un mulo. Sono io. Blogger per scelta e per amore.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>